Category: 3.00/3.24


Regia di Luciano Salce. Un film Da vedere 1963 con Ugo TognazziMara BerniEmmanuelle RivaBarbara SteeleRenato SpezialiLuciano SalceCast completo Genere Commedia – Italia1963durata 110 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di -1 recensione.

Roma. Gianni e Maretta da tre anni conducono una relazione che li vede incontrarsi spesso senza però convivere. Quando decidono di fare il grande passo del matrimonio le cose cambiano. L’amore si trasforma in abitudine e la quotidianità della vita coniugale non procura emozioni. Le tentazioni del ‘fuori casa’ per lui restano forti mentre lei vorrebbe avere un figlio. Come conciliare le reciproche esigenze?
Luciano Salce , acuto osservatore e feroce critico della società italiana realizza quello che è uno dei suoi migliori film (in cui fa anche una fugace apparizione) avendo a disposizione una Emmanuelle Riva ormai consacrata musa del cinema d’autore (ResnaisPontecorvoPietrangeliMelville) e un Tognazzi in assoluta ascesa.  Continua a leggere

Risultati immagini per Il Manoscritto del PrincipeUn film di Roberto Andò. Con Michel BouquetJeanne MoreauLaurent TerzieffPaolo BrigugliaGiorgio Lupano.  Biograficodurata 90 min. – Italia 2000MYMONETRO Il manoscritto del principe * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

La storia de Il Gattopardo, il romanzo del principe Giuseppe Tomasi di Lampedusa, capolavoro della nostra letteratura del novecento, bocciato in prima istanza nientemeno che da Vittorini. La figura del principe emerge attraverso il rapporto fra due suoi allievi, un borghese ricco e uno… solo dotato. Davvero accattivante e preziosa la ricostruzione del quotidiano del principe, costretto a vendere gioielli di famiglia per sopravvivere. Coraggiosi anche molti dialoghi in chiave squisitamente accademica: Lampedusa era uno dei massimi esperti di letteratura inglese. Gradito, da sostenere. Continua a leggere

Risultati immagini per Paradiso perdutoUn film di Alfonso Cuarón. Con Anne BancroftEthan HawkeRobert De NiroGwyneth PaltrowChris Cooper Titolo originale Great ExpectationsDrammaticodurata 110 min. – USA 1998MYMONETRO Paradiso perduto * * * - - valutazione media: 3,23 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Il giovane Finn, cresciuto dalla sorella e dal suo compagno, un giorno viene notato dalla vecchia signora Dinsmoor. La donna iniziò ad invitarlo ogni sabato nella sua dimora, il Paradiso Perduto, in cui viveva assieme alla nipote Estella. Finn sin dal primo momento s’innamorò di quella bambina. Tutto secondo i piani dell’anziana zia. Il tempo passava e l’amore cresceva. Un giorno però Estella va via, per pochi giorni che poi divennero un per sempre. Da allora Finn abbandonò definitivamente la pittura, sino alla comparsa di un misterioso benefattore disposto a pagargli gli studi e a mantenerlo a New York. Proprio nella grande mela ritrova la sua amata, che ritorna ad essere la sua musa e la sua amante. Finn s’illude d’averla ritrovata per sempre, ignaro del fatto che Estella è stata educata dalla zia a non innamorarsi.
Quando un grande amore spezza il cuore, il cuore comincia a generare rabbia e odio. È questo il filo conduttore del film, tratto da un racconto di Charles Dickens. Ma l’amore e la speranza sono pronte a combattere quell’odio e a venire alla luce. Diretto da Alfonso Cuaròn (Y tu mama tambienHarry Potter e il prigioniero di Azkaban), il film mette in scena la danza dei sentimenti. Perfetta Gwyneth Paltrow nel ruolo dell’algida Estella, divina Anne Bancroft nell’interpretazione dell’eccentrica e crudelissima Mrs. Dinsmoor.
Strepitosa la colonna sonora con pezzi di Iggy Pop, Pulp, Mono, Tori Amos e molti altri, che fanno da colonna sonora a questa “piramide del dolore”. Continua a leggere

Risultati immagini per agenzia riccardo finzi praticamente detectiveRegia di Bruno Corbucci. Un film con Renato PozzettoOlga KarlatosSilvano TranquilliEnzo CannavaleElio Zamuto.Cast completo Genere Comico – Italia1979durata 90 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 – MYmonetro 3,07 su -1 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Riccardo Finzi, diplomatosi detective per corrispondenza, viene a Milano e tra la scarsa fiducia generale si mette a indagare su un caso che la polizia non riesce a risolvere: l’uccisione in Brianza di una ragazza bene. Finzi risolve il “puzzle” e la polizia lo ringrazia come si fa con un grande detective da romanzo giallo Continua a leggere

Risultati immagini per Figli di un Dio minoreUn film di Randa Haines. Con Piper Laurie, William Hurt, Marlee Matlin, Philip Bosco, Max Brown. Titolo originale Children of a Lesser God. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 110′ min. – USA 1986. MYMONETRO Figli di un Dio minore * * * - - valutazione media: 3,18 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Ricoverata a cinque anni in un istituto per sordi, Sarah vi è rimasta per vent’anni come donna delle pulizie finché incontra un nuovo insegnante anticonformista. Tra i due nasce un amore che vince ogni ostacolo. Tratto da un dramma teatrale di Mark Medoff, film d’esordio della quarantenne Haines, parla al cuore in triplice modo: abilmente confezionato, efficacemente vivace in alcune scene, sottile in altre, furbo e accattivante. Oscar per la Matlin, sordomuta anche nella vita, Orso d’Argento a Berlino. Continua a leggere

Risultati immagini per Il Resto Della NotteUn film di Francesco Munzi. Con Sandra Ceccarelli, Aurélien Recoing, Stefano Cassetti, Laura Vasiliu, Victor Cosma, Constantin Lupescu, Teresa Acerbis, Susy Laude. Drammatico, durata 100 min. – Italia 2008. – 01 Distribution uscita mercoledì 11 giugno 2008. MYMONETRO Il resto della notte * * * - - valutazione media: 3,03 su 25 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Silvana Boarin è la moglie di Giovanni, un industriale bresciano, spesso assente per motivi di lavoro che coprono anche l’esistenza di un’amante. Silvana ha un acceso scontro con la figlia adolescente che difende Maria, la colf rumena accusata dalla madre del furto di un paio di orecchini preziosi. Maria cerca alloggio presso Ianut, suo ex fidanzato appena uscito dal carcere il quale abita in un edificio degradato insieme a Victor, il fratello più giovane. Ianut ha trovato un complice in Marco, un tossicodipendente a cui è stata tolta la custodia del figlio di otto anni. I due, venuti a conoscenza della refurtiva di Maria decidono di andare oltre e di tentare un colpo nella villa dell’industriale.
Una prima premessa necessaria: chi scrive ha talmente apprezzato il primo lungometraggio di Munzi Saimir da inserirlo nella competizione di un festival.
Una seconda premessa ancor più necessaria: le conferenze stampa e i pressbook servono a spiegare le intenzioni del regista ma poi i film debbono parlare da soli e a volte capita che le intenzioni siano una cosa e i risultati un’altra.
È quanto accade con Il resto della notte che parte dalla buona intenzione di voler descrivere il complesso quadro del Nord Italia e finisce con il diventare una descrizione stereotipa della borghesia arricchita e un ritratto in nero di qualsiasi tipologia di immigrato. Intendiamoci: non penso che il cinema debba edulcorare i dati reali sui problemi dell’immigrazione. Continua a leggere

Un film di Fritz Lang. Con Walter Pidgeon, John Carradine, George Sanders, Joan Bennett. Titolo originale Man Hunt. Drammatico, b/n durata 105′ min. – USA 1941. MYMONETRO Duello mortale * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nel 1939 un nobile inglese, cacciatore e tiratore di fama mondiale, è scoperto mentre prepara un attentato a Hitler. Arrestato e torturato, riesce a salvarsi, ma gli agenti della Gestapo gli danno una spietata caccia anche in Inghilterra. Da una sceneggiatura di Dudley Nichols _ basata su un romanzo di Geoffrey Household _ Lang ha tratto il 1° dei suoi film antinazisti, un thriller d’azione senza vuoti d’aria e con diverse sequenze di grande suggestione atmosferica. Buono soprattutto il reparto dei “cattivi” con G. Sanders e J. Carradine. Continua a leggere

Risultati immagini per doppio gioco 1949Un film di Robert Siodmak. Con Yvonne De CarloBurt LancasterDan Duryea Titolo originale Criss CrossDrammaticoRatings: Kids+16, b/n durata 87 min. – USA 1949.MYMONETRO Doppio gioco * * * - - valutazione media: 3,20 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Ancora innamorato dell’ex moglie, un uomo, pur di riconquistarla, entra a far parte della banda di malviventi capeggiata dal nuovo marito della donna. Durante l’esecuzione del primo colpo si impadronisce della refurtiva e, essendo ferito, la affida alla moglie. Fatto sequestrare dal rivale mentre si trova all’ospedale, tenta di corrompere un bandito, ma inutilmente: il gangster elimina sia lui che la donna. Continua a leggere

Locandina Il commissario MaigretUn film di Jean Delannoy. Con Jean GabinAnnie GirardotJean Desailly Titolo originale Maigret tend un piègeGiallob/n durata 116 min. – Francia 1958MYMONETRO Il commissario Maigret * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nella Parigi soffocata dall’afa un maniaco va in giro ammazzando donne. Maigret si dà da fare e volge i suoi sospetti su un giovanotto di buona famiglia. Lo arresta, ma la sera stessa un’altra donna è uccisa nelle stesse circostanze. Il sospetto viene dunque scagionato, ma nel finale ci sarà un’altra sorpresa. Continua a leggere

Regia di Stelvio Massi. Un film con Orazio OrlandoMaurizio MerliGiancarlo SbragiaGlauco OnoratoRosario BorelliCast completo Genere Poliziesco – Italia1977durata 93 minuti. – MYmonetro 3,06 su 12 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Marco Palma è un poliziotto quasi idiota che ha una venerazione per le auto di grossa cilindrata. Con la sua incoscienza causa la morte di un collega. Il suo nemico è un gangster detto il Nizzardo, gran pilota. Fra una rincorsa e l’altra, nasce fra i due una sorta di mortale antagonismo, pieno però di rispetto. Continua a leggere

la-locandina-di-bedlam-9394_mediumUn film di Mark Robson. Con Anna Lee, Boris Karloff, Richard Fraser Horror, b/n durata 80 min. – USA 1946. MYMONETRO Manicomio * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nel 1761 a Londra il manicomio di Bedlam è gestito dal dispotico e malvagio Sims (B. Karloff) che organizza degradanti spettacoli pubblici con i suoi ricoverati. Amante di Lord Mortimer (B. House), l’attrice Nell Bowen (A. Lee) denuncia il fatto, ma, grazie agli intrighi di Sims, è internata a Bedlam dove, commossi dalla sua dolcezza, i malati la proteggono. Ispirato a una stampa della Carriera di un libertino di William Hogarth e prodotto per la RKO dal geniale Val Lewton (che firma la sceneggiatura come Carlos Keith) è un piccolo, intelligente film che curiosamente anticipa alcuni temi del Marat-Sade di Peter Weiss. S’avvale di una preziosa fotografia di Nicholas Musuraca, tiene in sapiente equilibrio melodramma, horror, critica sociale. Bocciato dalla censura britannica che non gli rilasciò il certificato di distribuzione nel Regno Unito. Continua a leggere

Risultati immagini per Ritratto di Borghesia in neroUn film di Tonino Cervi. Con Ornella MutiSenta BergerCapucineMattia Sbragia.  Drammaticodurata 105 min. – Italia 1978. – VM 18 – MYMONETRO Ritratto di borghesia in nero * * 1/2 - - valutazione media: 2,99 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un giovane pianista si reca a Venezia e diventa amante di una vedova. Questa vorrebbe che il figlio sposasse una coetanea di nobilissima famiglia, ma costei si innamora del pianista che per lei lascia l’amante. La vedova, non tollerando la doppia sconfitta, fa di tutto per separare i due giovani, ma viene uccisa dalla rivale. La polizia nulla può contro la potentissima famiglia dell’assassina. Continua a leggere

Risultati immagini per les demoiselles de rochefort my moviesUn film di Jacques Demy. Con Françoise DorléacCatherine DeneuveMichel PiccoliDanielle DarrieuxGene Kelly.  Titolo originale Les demoiselles de Rochefort.MusicalRatings: Kids+13, durata 120 min. – Francia 1966MYMONETRO Josephine * * * - - valutazione media: 3,13 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

L’arrivo di una compagnia musicale nella cittadina di Rochefort scombussola la vita delle due gemelle Josephine e Solange. Oltre al padre, che le aveva abbandonate da bambine, entrambe trovano l’amore. Continua a leggere

Un film di Caradog W. James. Con Caity Lotz, Toby Stephens, Denis Lawson, Sam Hazeldine, Ben McGregor. Fantascienza, – Gran Bretagna 2013.

Ambientato in un futuro prossimo e in un mondo dilaniato in una nuova guerra fredda, il Ministero della Difesa della Gran Bretagna è sul punto di sviluppare un soldato robotico. Questo soldato, chiamato The Machine (Lotz), sembra un essere umano ma ha la forza, la velocità e la spietatezza che non sono proprie di una persona vivente. Il progetto è prossimo al completamento quando un bug nella programmazione, un effetto collaterale nell’essere troppo vicino alla programmazione umana, spinge il prototipo a distruggere il laboratorio e tutti quelli che si trovano sul suo percorso in un modo spettacolarmente violento. Per nulla scoraggiato da questa battuta d’arresto, lo scienziato Vincent McCarthy (Stephens) continua ossessivamente il suo lavoro in segreto su The Machine, lontano dagli occhi indiscreti di coloro che cercano di distruggerlo. Continua a leggere

Risultati immagini per Mio Figlio NeroneUn film di Steno. Con Brigitte BardotVittorio De SicaAlberto SordiGloria SwansonFurlanetto.  Comicodurata 90 min. – Italia 1956MYMONETRO Mio figlio Nerone * * * - - valutazione media: 3,20 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nerone tenta in ogni modo di far uccidere la madre Agrippina, unica persona che riesca a tenergli testa complicandogli la vita con continue sollecitudini alla guerra. Anche Seneca e Poppea si danno da fare per eliminare la vecchia imperatrice, che però sembra avere cento vite. Alla fine Nerone ce la fa, e insieme alla madre fa uccidere tutti quelli che lo hanno aiutato e che gli sono venuti a noia, moglie compresa. Continua a leggere

locandinaUn film di Marc Lawrence [2]. Con Drew Barrymore, Hugh Grant, Brad Garrett, Kristen Johnston, Campbell Scott. Titolo originale Music And Lyrics. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 96 min. – USA 2007. – Warner Bros Italia uscita venerdì 23 febbraio 2007. MYMONETRO Scrivimi una canzone * * * - - valutazione media: 3,18 su 120 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Ad Alex Fletcher, una popstar degli anni ’80 ormai in declino, viene proposta un’occasione irrinunciabile: scrivere una canzone per Cora Corman, l’idolo del momento, e cantarla insieme a lei. Il sogno di un ritorno dignitoso sulle scene – dopo anni di esibizioni in alberghi e luna park di fronte a un pubblico di donne tutte grida e nostalgia – si smaterializza quando viene a sapere che il tempo a disposizione è risicato. Alex non è mai stato bravo con le parole e non scrive un brano da quindici anni. Proprio quando pensa di non potercela fare scopre che Sophie Fisher – una bizzarra annaffiatrice-supplente che gli entra in casa come un tornado – ha un dono particolare per le rime e la convince ad aiutarlo. Gli sforzi dei due daranno vita alla canzone “Way Back Into Love”, che li guiderà sulla strada dell’amore.
La commedia romantica di Marc Lawrence gioca con l’estetica degli anni ’80 e ridicolizza con affetto usi e costumi di un’epoca fortunata – grazie all’interpretazione spassosissima di Hugh Grant – per raccontare la storia di Alex (Grant) e Sophie (Drew Barrymore). L’alchimia tra i due attori è evidente; lo spirito e il fascino dell’uno si mescola al peculiare senso dell’umorismo dell’altra al punto che se fossero due elementi musicali sarebbero melodia e testo (come d’altronde sottolinea il titolo originale, Music and Lyrics). La melodia, come spiega la dolce paroliera, è l’attrazione che provi per una persona quando la incontri per la prima volta, il testo subentra quando la conosci meglio. Il videoclip iniziale dei Pop! – la band che diede il successo ad Alex – chiarisce subito l’intento del regista, che è quello di far divertire seguendo il classico schema della commedia a lieto fine. Intorno alle problematiche dei protagonisti principali – lui è una “meteora felice” che vive nel ricordo del passato, lei è stata derubata dell’identità divenendo suo malgrado protagonista del libro di successo di un suo ex – si muovono personaggi secondari che condiscono il film con ulteriore ilarità. C’è la sorella di Sophie, grande fan dei Pop!, c’è il manager di Alex e ovviamente c’è Cora Corman, la cantante sexy della generazione “bubblegum” che espone la sua spiritualità in balletti orgasmici. Il concerto finale ricicla la produzione del live di Linda Moon in Be Cool, che per certi versi – tolte le vesti da “thriller” – potrebbe essere un lontano parente di Scrivimi una canzone. Continua a leggere

Risultati immagini per Mademoiselle PigalleUn film di Michel Boisrond. Con Brigitte Bardot, Françoise Fabian, Jean Bretonnière Titolo originale Cette sacrée gamine. Commedia, Ratings: Kids+16, b/n durata 83 min. – Francia 1955. MYMONETRO Mademoiselle Pigalle * * * - - valutazione media: 3,00 su 1 recensione.

Paul, padre integerrimo di Brigitte, possiede un tabarin preso di mira dalla polizia che lo sospetta sede di falsari. Deciso a sparire per qualche tempo, Paul incarica il cantante Jean di andare a prendere la figlia in collegio; per i due giovani è il colpo di fulmine. Continua a leggere

Un film di Otto Preminger. Con Dorothy Dandridge, Harry Belafonte, Bernie Hamilton Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 105′ min. – USA 1954. MYMONETRO Carmen Jones * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Durante la guerra in una fabbrica nel sud degli Stati Uniti l’operaia Carmen Jones s’innamora di un caporale dell’esercito e lo porta alla rovina. Basato sull’adattamento dell’opera di Georges Bizet, fatta da Oscar Hammerstein II nel 1943 a Broadway, questo scattante all black musical si mantiene fedele allo spirito del racconto originario di Prosper Merimée, nonostante l’attualizzazione della vicenda e la negritudine dei personaggi. Chiamato in sostituzione di Rouben Mamoulian, O. Preminger riesce solo in parte a dare uno stile unitario alla materia. D. Dandridge ebbe una meritata nomination all’Oscar. Esordio di Saul Bass (1920) come autore dei titoli di testa, inizio di una collaborazione con Preminger che durò 25 anni. Sceneggiato da H. Kleiner. Fotografia (Cinemascope): Sam Leavitt. Canzoni: O. Hammerstein II, Marilyn Horne canta per D. Dandridge, LeVern Hutcherson per H. Belafonte, Marvin Hayes per J. Adams.AUTORE LETTERARIO: Prosper Merimée Continua a leggere

Risultati immagini per Alive - I SopravvissutiUn film di Frank Marshall. Con Ethan Hawke, Vincent Spano, Josh Hamilton, Bruce Ramsay, Josh Lucas Titolo originale Alive. Drammatico, durata 125′ min. – USA 1993. MYMONETRO Alive – I sopravvissuti * * * - - valutazione media: 3,06 su 17 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

13 ottobre 1973: un aereo si schianta su un ghiacciaio delle Ande. Dei 27 superstiti, 16 riescono a sopravvivere fino al 23 dicembre quando arrivano i soccorsi. Come? Nutrendosi con la carne dei morti. Anticipato da I sopravvissuti delle Ande (1976) del messicano R. Cardona e ispirato al libro Tabù di P.P. Read, è apprezzabile per lo scrupolo cronistico, la rinuncia al sensazionalismo, la coralità del racconto, l’efficacia spettacolare dello schianto, ma tempi e personaggi sono poco approfonditi, qua e là si scivola nella retorica e si nomina troppo spesso il nome di Dio invano. J. Malkovich, non accreditato, appare brevemente all’inizio e alla fine come narratore. Continua a leggere

Risultati immagini per Il Clan del TerroreUn film di Jacques Tourneur. Con Vincent Price, Boris Karloff, Peter Lorre, Basil Rathbone. Titolo originale The Comedy of Terrors. Horror, durata 84′ min. – USA 1963. MYMONETRO Il clan del terrore * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Proprietario di una scassata agenzia di pompe funebri cerca di incrementare gli affari accorciando la vita di un ricco cliente. Scritta da Richard Matheson, è una ghiotta e macabra farsa in nero con un cast di prim’ordine che comprende anche B. Rathbone e J.E. Brown, ma la lode tocca al subdolo P. Lorre. Continua a leggere