Category: 2.50/2.99


 

Un film di Mark Robson. Con William Holden, Fredric March, Mickey Rooney, Grace Kelly Titolo originale The Bridges at Toko-Ri. Guerra, Ratings: Kids+13, durata 103′ min. – USA 1954. MYMONETRO I ponti di Toko-Ri * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Durante la guerra di Corea, alla vigilia di una rischiosa missione, tenente dell’aviazione USA riceve la visita di moglie e figli. Terminata la missione, il suo jet è colpito dalla contraerea. Tratto da un romanzo (1953) di James A. Michener, sceneggiato da Valentine Davis, acquista spessore grazie al disegno dei personaggi. Eccitanti riprese aeree, premiate con un Oscar agli effetti speciali. Continua a leggere

Un film di Irvin S. Yeaworth jr. Con Steve McQueen, Aneta Corseaut, Earl Rowe, Olin Howlin, Alden Chase. Titolo originale The Blob. Fantascienza, durata 86′ min. – USA 1958. MYMONETRO The Blob – Fluido mortale * * 1/2 - - valutazione media: 2,58 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Proveniente da un mondo remotissimo nello spazio e sconosciuto, una “goccia” gelatinosa assimila gli umani e diventa sempre più grande. È un film di fantascienza degli anni ’50, con le ingenuità e i trucchi maldestri dell’epoca, divenuto famoso in Italia alla fine degli anni ’80 grazie a una trasmissione TV di RAI3, curata da Enrico Ghezzi, Marco Giusti e C. Per la 1ª volta protagonista McQueen (ancora Steven). La canzone del titolo è di Burt Bacharach. Un seguito (Beware! The Blob, 1971) e un remake 30 anni dopo.

Risultati immagini per La Casa del Terrore locandinaUn film di Seth Holt. Con Christopher Lee, Ann Todd, Susan Strasberg, Ronald Lewis Titolo originale A Taste of Fear. Giallo, b/n durata 81′ min. – Gran Bretagna 1961. MYMONETRO La casa del terrore * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Una giovane immobilizzata su una sedia a rotelle giunge in casa del padre, che vive con la seconda moglie. Il padre è assente e la matrigna si comporta in modo strano. Thriller di taglio tradizionale ricco di suspense con colpo di scena finale, sulla scia di Les Diaboliques, scritto con competenza da Jimmy Sangster. Funzionale bianconero di D. Slocombe. Titolo in USA: Scream of Fear.

 

Photobucket Pictures, Images and PhotosUn film di David Butler. Con Eve Arden, Doris Day, Gene Nelson, Gordon McRae Titolo originale Tea for Two. Musicale, Ratings: Kids+13, durata 98′ min. – USA 1950. MYMONETRO Tè per due * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Banchiere vicino alla bancarotta promette alla nipote un finanziamento di 25000 dollari per il suo nuovo spettacolo musicale, se riuscirà per 24 ore a rispondere “no” a tutte le domande che le saranno fatte. Liberamente tratto da una commedia musicale di O. Harbach-F. Mandel-V. Youmans (No, No, Nanette, 1925, già filmata nel 1930 e nel 1940), è uno dei migliori musical di D. Day alla Warner Bros. Un po’ prolisso, però, e non poco lezioso. D. Day conta soprattutto quando canta. Continua a leggere

Un film di Antonio Margheriti. Con Giorgio Ardisson, Barbara Steele, Halina Zalewska, Laura Nucci, Nello Pazzafini. Horror, durata 94 min. – Italia 1965. MYMONETRO I lunghi capelli della morte * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 2 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Siamo alla fine del XV secolo, la caccia alle streghe è aperta, una donna viene condannata a morte perché considerata l’assassina del duca regnante. Sul rogo, tra atroci sofferenze, lancia la sua maledizione a coloro che l’hanno condannata a morte e ai presenti entusiasti per l’esecuzione.
Il tempo passa ed Elizabeth (Halina Zalewska), figlia minore della donna cresciuta a corte, continua a portare in sé l’odio nei confronti del conte Kurt (George Ardisson) che le ha portato via la madre e che ora, per capriccio, la vuole in sposa. All’improvviso però le maledizioni cominciano ad avverarsi e la comparsa di una misteriosa sconosciuta (Barbara Steele) complicherà la situazione.
Un vero e proprio capolavoro del genere horror gotico, un film in cui nulla si da per scontato e in cui si respira una mistica sacralità. Merito dell’abilità di un regista (Antonio Margheriti alias Anthony M. Dawson) specializzato in horror fantascientifici, di effetti speciali ben architettati e di un cast che ai tempi dominava il genere, Barbara Steele su tutti. Anche questa volta il bianco e nero vince sul technicolor. Continua a leggere

Immagine correlataUn film di Sondra Locke. Con George Dzundza, Jeff Fahey, Theresa Russell, Alan Rosenberg Titolo originale Impulse. Poliziesco, durata 108′ min. – USA 1990. MYMONETRO Doppia identità * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Agente in gonnella della Narcotici arrotonda lo stipendio lavorando per la Buoncostume. In questa seconda veste si spaccia per battona per acchiappare spacciatori e maniaci sadici. Piena di problemi, che nasconde con atteggiamenti da dura, scopre una torbida attrazione per il mestiere che finge di praticare in servizio. 2ª regia di Sondra Locke, ex attrice ed ex moglie di Clint Eastwood, è un thriller psicologico e poliziesco in chiave femminile di normale confezione hollywoodiana, lieta fine compresa. Ottima occasione per vedere all’opera Theresa Russell, moglie di Nicolas Roeg, che da Gli ultimi fuochi a La vedova nera ha fatto molta strada. Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and PhotosUn film di Wong Kar-wai. Con Andy Lau, Jacky Cheung, Maggie Cheung Titolo originale Mongkok Carmen. Drammatico, durata 95 min. – Hong Kong 1988. MYMONETRO As Tears Go By * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 2 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Al suo primo film Wong Kar-wai non è ancora autore ma è già protagonista. As Tears Go By è un mix di stili contrastanti ma vibra di tutta la passione che solo il cinema di Hong Kong degli anni ’80 sapeva regalare. Sorta di remake sotto mentite spoglie del Mean Streets scorsesiano, è la storia di Wah, un gangster squattrinato, disilluso e per nulla ambizioso tentato dall’amore per una lontana cugina ma prigioniero di questioni d’onore e del bisogno di proteggere l’avventato Fly, dotato di una propensione rara per cacciarsi nei guai ad ogni occasione. Wong Kar-wai si mantiene nei limiti del cinema commerciale e di genere, con musiche ad effetto – colonna sonora comunque strepitosa, tra il jazz-rock di Teddy Robin Kwan e il remake di Take My Breath Away dei Berlin – e rispettando il canovaccio del noir con tutti i suoi cliché, ma è stilisticamente che reinventa il tutto. Luci al neon, step framing per sbalestrare lo sguardo durante le scene d’azione, inquadrature suggestive e figlie della nouvelle vague (alternate ad altre ancora molto grezze), ossia quelle che diverranno le stimmate di un autore memorabile e che in As Tears Go By si mescolano con effetto inebriante alla spensieratezza del cinema popolare. Superlativo il cast, composto da una Maggie Cheung perennemente struccata e trasformata nella ragazza della porta accanto, un Andy Lau pronto a vestire i panni del super-divo (con tanto di Ray-Ban alla Tom Cruise) e un Jacky Cheung istrione fino all’inverosimile come il Johnny Boy di Bob De Niro prima di lui. Anche se l’autentico protagonista, come sempre con Wong Kar-wai, resta il Fato, un destino ineluttabile che attende personaggi che, quasi consapevolmente, gli vanno incontro, affrontandolo con mirabile autolesionismo e acritica accettazione. Continua a leggere

Locandina MambaUn film di Mario Orfini. Con Gregg HenryTrudie StylerBill Moseley Thrillerdurata 74 min. – Italia 1988MYMONETRO Mamba * * 1/2 - - valutazione media: 2,84 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un marito vuol uccidere la moglie e la chiude nel suo appartamento sola con un “mamba” (il più velenoso e pericoloso dei serpenti). Ma la donna non si lascia ammazzare dal rettile. Anzi architetta una trappola per far fuori il consorte mascalzone. Continua a leggere

Regia di Peter Cattaneo. Un film con Rainn WilsonChristina ApplegateTeddy GeigerJosh GadEmma StoneJon CorCast completo Titolo originale: The Rocker. Genere Commedia – USA2008durata 108 minuti. Uscita cinema venerdì 19 settembre 2008 distribuito da 20th Century Fox. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 – MYmonetro 2,69 su 42 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

Correvano e suonavano gli anni Ottanta quando Robert Fishman era batterista in una hair band e sognava di diventare un’icona del rock. Vent’anni dopo, “congedato” vent’anni prima dai suoi compagni ammirati e celebrati come Vesuvius, Fish è un impiegato frustrato che colleziona licenziamenti e ripara dalla sorella, moglie e madre apprensiva. Scoperto che il nipote Matt, adolescente timido e introverso, suona in una band, si propone al gruppo come batterista. Superate le diffidenze iniziali, Fish viene reclutato dagli A.D.D. e si prepara a cogliere la seconda occasione.
Partendo da un interesse per il proletariato inglese, disoccupato e “squattrinato” in Full Monty, e continuando coi galeotti attori e ballerini improvvisati in Lucky Break, Peter Cattaneo approda a Cleveland con Fish, un batterista appassionato che trasuda rock. Senza essere propriamente un musical, The Rocker è un film concerto, alimentato dal rock, con un congegno da favola e la forma narrativa strutturata sulle canzoni, questa volta diligentemente tradotte nei sottotitoli. Nella sua linearità da favola rock, il film viaggia sulle piste battute per decenni dal “genere” senza però riuscire a creare quella coerenza interna a se stesso che fa delle sequenze di musica e di canto la naturale proiezione di uno stato d’animo e di una situazione. Continua a leggere

Locandina Squadra antigangstersUn film di Bruno Corbucci. Con Enzo Cannavale, Tomas Milian, Gianni Musy, Margherita Fumero, Asha Puthli. Poliziesco, durata 99 min. – Italia 1979. MYMONETRO Squadra antigangsters * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un ex poliziotto, ora agente dell’Interpol, e un suo ex subalterno si trovano coinvolti in una guerra di bande mafiose. Con un po’ di fortuna, l’aiuto di due ragazze e l’opportuno intervento degli agenti i due salvano la pelle e concludono in bellezza la pericolosa avventura. Continua a leggere

Risultati immagini per Il Cinico, l'Infame, il ViolentoUn film di Umberto Lenzi. Con John Saxon, Renzo Palmer, Tomas Milian, Robert Hundar, Maurizio Merli. Poliziesco, durata 98 min. – Italia 1977. MYMONETRO Il cinico, l’infame, il violento * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 6 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un commissario di Milano aggredito dai killer del Cinese decide di passare al contrattacco. Si reca a Roma, semina la discordia tra la gang del Cinese e quella dell’americano Di Maggio. Continua a leggere

Un film di Bruno Corbucci. Con Enzo Cannavale, Tomas Milian, Bombolo, Alfredo Rizzo, Giacomo Furia. Poliziesco, durata 95′ min. – Italia 1981. MYMONETRO Delitto al ristorante cinese * * 1/2 - - valutazione media: 2,90 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

In un ristorante cinese di Roma si trova un cadavere. Le indagini sono affidate al commissario Nico Giraldi che ha una gamba ingessata. L’assassino gli sequestra moglie e figlio. Commedia poliziesca che inclina al comico e ci si sprofonda con un ironico Milian in doppia parte. È un giallo cinese. Si ride. Continua a leggere

Locandina Piedone lo sbirroUn film di Steno. Con Bud Spencer, Raymond Pellegrin, Juliette Mayniel, Adalberto Maria Merli, Nino Vingelli. Poliziesco, durata 110′ min. – Italia 1973. MYMONETRO Piedone lo sbirro * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Commissario di polizia anticonformista e manesco si avvale addirittura della collaborazione di camorristi “buoni” per epurare l’ambiente della malavita di Napoli. Steno si affida a toni bozzettistici, paradossali, umoristici, piuttosto ambigui sul piano del contenuto. Gli attori si adeguano. Seguito da Piedone a Hong Kong. Continua a leggere

Risultati immagini per La Polizia incrimina, la Legge assolveUn film di Enzo Girolami Castellari. Con Duilio Del Prete, Silvano Tranquilli, Fernando Rey, Franco Nero, Delia Boccardo. Poliziesco, durata 105′ min. – Italia 1973. MYMONETRO La polizia incrimina, la legge assolve * * 1/2 - - valutazione media: 2,88 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nelle indagini sul traffico di droga tra Genova e Marsiglia il commissario Belli arresta “il Libanese”. Lo uccidono. Chiede aiuto a un collega. Eliminato anche lui. Non demorde. Poliziottesco all’italiana con ambizioni di critica sociale (la connivenza tra alta finanza e criminalità) subordinate però alla messinscena spettacolare della violenza. Corredo di attori noti. Meno trucido del solito. Continua a leggere

Risultati immagini per Napoli violentaUn film di Umberto Lenzi. Con Barry Sullivan, Elio Zamuto, John Saxon, Maurizio Merli. Poliziesco, durata 95′ min. – Italia 1976. MYMONETRO Napoli violenta * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Reduce da Roma violenta (1975), il commissario Betti (Merli), poliziotto che indulge a metodi eterodossi, è trasferito a Napoli dov’è alle prese con vari aspetti della malavita tra cui “‘o Generale” (Sullivan), spietato capobanda camorrista. Scritto da Vincenzo Mannino, è un poliziottesco tipico degli anni ’70, superiore alla media per l’energico brio registico nelle scene di azione del toscano Lenzi, esperto circumnavigatore del cinema italiano di genere. Notevole la sequenza della funicolare (con Merli in azione senza controfigura). Musiche di Franco Micalizzi. Continua a leggere

Risultati immagini per Roma a mano armataUn film di Umberto Lenzi. Con Tomas Milian, Arthur Kennedy, Maria Rosaria Omaggio, Ivan Rassimov, Giampiero Albertini. Poliziesco, durata 95′ min. – Italia 1976. MYMONETRO Roma a mano armata * * 1/2 - - valutazione media: 2,85 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Infischiandosene un po’ troppo di codici e regole, della psicologia e della comprensione umana, il commissario Tanzi cattura uno spacciatore, sgomina una banda di ladri, un’anonima sequestri e la temibile banda del “gobbo”. Poliziottesco all’italiana, ma non dei più trucidi né dei più reazionari, se non altro per il personaggio (in contrapposizione dialettica forse un po’ schematica) della fidanzata psicologa. C’è anche T. Milian. Continua a leggere

Zombie_Ass_Toilet_of_the_Dead_2011Noboru Iguchi è un nome assai caro agli amanti di quel cinema folle ed eccessivo di marchio strettamente nipponico. E’ infatti a lui che negli anni recenti dobbiamo il merito di aver realizzato due titoli di culto quali The Machine Girl e Robogeisha, veri e propri concentrati di nonsense e divertimento esagerato che hanno ottenuto imperituro alloggio nel Valhalla dei trash movie. Ma se una ragazza “meccanica” intenta a vendicarsi per la morte della propria famiglia e una geisha “robotizzata” alle prese con la sua personale e particolare ribellione, potevano apparire già come personaggi assurdi inseriti in contesti ancora più ironicamente surreali, la protagonista e l’ambientazione di Zombie Ass – Toilet of the Dead (che già dal titolo annuncia la sua più “pura essenza”…) varcano un nuovo limite del buon gusto, andando a rivoluzionare in chiave farsesca un filone sempre sulla cresta dell’onda come quello dei film di zombi.

L’inizio è sui generis per le produzioni sui morti viventi. Un gruppo di amici -tre ragazze e due ragazzi- si perdono in una foresta. Tra di loro vi è Megumi (Arisa Nakamura), studentessa di karate, che nasconde un drammatico segreto nel suo passato scolastico. All’improvviso i giovani vengono attaccati da uno zombi, e si avviano in una precipitosa fuga, soltanto per ritrovarsi accerchiati da altre orde di non morti. Quest’ultimi hanno però una differenza dai classici topoi del genere, e come arma per stordire le loro vittime hanno dei potentissimi… peti (!!), nonché dei lunghi vermi che escono dai loro orifizi pronti ad aggredire i malcapitati di turno. Megumi e i suoi compagni pensano di aver trovato un alleato in un mite professore e sua figlia, ma in realtà coloro che apparivano come salvatori si rivelano dei sadici assassini, loro stessi creatori del morbo zombificante.

ATTENZIONE: QUESTO FILM PUO’ ESSERE VISTO O COME UNA CAGATA PAZZESCA O COME UN MEZZO CAPOLAVORO DEMENZIALE. DIPENDE MOLTO DA QUANTO SIETE VICINI ALL’UMORISMO GIAPPONESE. Continua a leggere

Risultati immagini per I Quattro Figli di Katie Elder -Un film di Henry Hathaway. Con Dean Martin, John Wayne, Earl Holliman, Martha Hyer, Michael jr Anderson. Titolo originale The Sons of Katie Elder. Western, durata 122′ min. – USA 1965. MYMONETRO I quattro figli di Katie Elder * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Tornati al paese natio per i funerali della madre, i quattro fratelli Elder scoprono perché viveva in ristrettezze dopo che il marito aveva perso al poker il suo ranch prima di essere assassinato. Pur avendo diretto una decina di onorevoli western, Hathaway non ha lasciato nel genere un’impronta personale. Tra gli ultimi il più riuscito è The Sons of Katie Elder, un po’ grigio e senza sorprese nello sviluppo del tema della vendetta e del riscatto, ma esposto con efficacia. Continua a leggere

 

Un film di Aldo Lado. Con Adolfo Celi, George Lazenby, Anita Strindberg, José Quaglio, Dominique Boschero. Giallo, durata 90 min. – Italia 1972. MYMONETRO Chi l’ha vista morire? * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 5 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Due bambine, a distanza di quattro anni l’una dall’altra, vengono uccise nel medesimo luogo. Il padre dell’ultima vittima riesce a scoprire l’assassino dopo che molti degli indiziati sono periti di morte violenta. Continua a leggere

Risultati immagini per Pizzicata filmUn film di Edoardo Winspeare. Con Cosimo Cinieri, Chiara Torelli, Fabio Frascaro Drammatico, durata 91′ min. – Italia, Germania 1996. MYMONETRO Pizzicata * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nel 1943, alla vigilia dello sbarco alleato nell’Italia del Sud, Tony Marciano (Frascaro), pilota di un ricognitore USA abbattuto dai tedeschi sopra il Salento, trova ricovero nella famiglia dell’agricoltore Carmine Pantaleo (Cinieri), riscopre le proprie radici, s’innamora di Cosima (Torelli), una delle tre figlie di Carmine, scatenando la gelosia del suo promesso sposo (Massafra). 1° lungometraggio del cosmopolita E. Winspeare (1965), nato e cresciuto a Depressa (Lecce). Tranne C. Cinieri, tutti interpreti non professionisti, scelti nel Salento; tutti i componenti del cast tecnico provenienti dalle scuole di cinema di Monaco, Roma, Parigi. Notevole per la capacità di costruire una storia di sentimenti fondata su un’attenta ricerca etnica e antropologica. Pizzicata _ o pizzica tarantata _ è un ballo paesano. Musiche di Jérôme Harley. Distribuito senza successo dall’Academy. 1° premio Cittadella-Fuji 1997 al Festival di Arezzo. Continua a leggere