Category: Serie Tv Anni ’80


Risultati immagini per Esplorando il Corpo Umano locandinaEsplorando il corpo umano (titolazione DeAgostini) o anche Siamo fatti così (titolazione Mediaset), oppure C’era una volta la vita: la favolosa storia del corpo umano (prima versione tradotta in italiano apparsa in Ticino nel 1987), il cui titolo originale è: Il était une fois… la Vie[1], è una serie televisiva a disegni animati francese educativa, dedicata al funzionamento del corpo umano, ideata da Albert Barillé, con musiche di Michel Legrand.

Creata da Albert Barillé, la serie è composta da 26 episodi della durata di 25 minuti ed è stata trasmessa per la prima volta nel 1987 da France 3 in Francia e nello stesso anno in Svizzera dalla Radiotelevisione svizzera di lingua italiana. In Italia è andata in onda su Italia 1, su Boing e su Hiro. Continua a leggere

Risultati immagini

Nero Wolfe (Nero Wolfe) è una serie televisiva statunitense in 14 episodi trasmessi per la prima volta nel corso di una sola stagione nel 1981. È basata sulle avventure dell’investigatore Nero Wolfe, personaggio creato dallo scrittore statunitense Rex Stout.

Continua a leggere

Risultati immagini per Ashes to Ashes

Ashes to Ashes è una serie televisiva britannica ideata da Matthew Graham e Ashley Pharoah, ambientata a Londra tra il 1981 e il 1983. La serie è uno spin-off di Life on Mars, anch’essa prodotta dalla Kudos Film & Television. La serie è composta da tre stagioni, tutte trasmesse dal canale britannico BBC One. In Italia è stata trasmessa da Rai 4.

Ashes to Ashes narra la storia dell’ispettrice capo Alex Drake (Keeley Hawes), membro della Metropolitan Police Service di Londra. Dopo essere stata colpita da un proiettile nel 2008, ella si risveglia nel 1981. La trama ricalca quella della serie Life on Mars, in un contesto di una decade posteriore dove, come il suo singolare predecessore, deve affrontare delle difficoltà di ordine pratico e culturale: tecniche e modalità di indagini diverse, contrasti con colleghi e superiori di sesso maschile, dove persiste un velato sessismo, al quale ella deve con dignità soprassedere. Parte del suo sforzo consiste su come ritornare alla sua epoca ma con gli sviluppi si rende conto che questa esperienza non è un viaggio a ritroso con la sua mente, come ella ritiene. Continua a leggere

Risultati immagini per The Winds of War

Un film di Dan Curtis. Con Robert Mitchum, Ali MacGraw, Jan-Michael Vincent, Peter Graves Formato Serie TV, Titolo originale The Winds of War. Avventura, – USA 1983.

Monumentale, spettacolare, costosissima saga tratta dal romanzo di Wouk, di una famiglia di ufficiali della Marina americana allo scoppio della seconda guerra mondiale. Sullo sfondo della storia si dipanano le vicende d’amore, d’avventura, di carriera dei numerosissimi personaggi. Ne è stato prodotto un sequel, sempre tratto da Wouk, intitolato Ricordi di guerra Continua a leggere

Risultati immagini per Il meglio di Casa Vianello

Finalmente un’unica imperdibile raccolta di tutti gli episodi più indimenticabili di “Casa Vianello” con i coniugi più simpatici della tv! 

Alberto Consarino, storico autore del programma, ha curato la scelta dei 32 episodi, tratti dalle 16 stagioni andate in onda tra il 1988 e il 2007, e la suddivisione delle uscite in temi portanti: Che barba, che noia…, I Vip della porta accanto, Casa amore e fantasia e Poker di passioni.
 
Non fatevi scappare questa unica collezione per ricordare e celebrare la coppia di coniugi che, grazie alla loro garbata ironia, ai battibecchi e le tragicomiche imprese, ci ha accompagnato per 19 anni della nostra vita.

Risultati immagini per Alfred Hitchcock Presenta - 1985

Alfred Hitchcock presenta (Alfred Hitchcock Presents) è una serie televisiva statunitense andata in onda dal 1985 al 1989 che riprende, aggiornandola, la serie classica creata da Alfred Hitchcock esattamente trent’anni prima (Alfred Hitchcock presenta del 1955). Il regista morì prima della messa in onda.

La serie fu preceduta da un pilot formato da 4 episodi, tutti remake della serie classica. Ogni segmento era introdotto da un filmato colorizzato di Alfred Hitchcock, tratto dalla serie originale. Continua a leggere

Risultati immagini per I Simpsons locandina

I Simpson (The Simpsons) è una popolare sitcom animata statunitense creata dal fumettista Matt Groening nel 1987 per la Fox Broadcasting Company. La serie è una parodia satirica della società e dello stile di vita statunitense, impersonificati dalla famiglia Simpson, protagonista dell’opera, composta da Homer, Marge e dai loro tre figli Bart, Lisa e Maggie. Ambientato in una cittadina statunitense chiamata Springfield, il cartone tratta in chiave umoristica molti aspetti della condizione umana, tra cui la cultura, la società e la stessa televisione. Continua a leggere

Logo del programma Quelli della notte

Quelli della notte è stato un programma televisivo di Renzo Arbore e Ugo Porcelli trasmesso da Rai 2 nel 1985 intorno alle 23.10, ideato e condotto da Renzo Arbore. Vennero realizzate 33 puntate, andate in onda (dal lunedì al venerdì) dal 29 aprile[1] al 14 giugno 1985[1], con l’interruzione del 29 e 30 maggio in seguito alla strage dell’Heysel. Continua a leggere

Risultati immagini

Magnum, P.I. è una serie televisiva statunitense, di genere poliziesco, creata da Donald P. Bellisario e Glen A. Larson, e prodotta dal1980 al 1988.

Thomas Sullivan Magnum IV, più semplicemente Magnum, è un ufficiale di Marina decorato nella guerra del Vietnam dove combatté prima con i Navy SEAL e poi con il servizio segreto della marina, cosa che gli sarà utile in molte delle sue indagini (vedi i rapporti con il suo grande amico Mac Reynolds), congedandosi dopo una decina d’anni di servizio. Continua a leggere

Risultati immagini per Shaka Zulu

Shaka Zulu è una miniserie televisiva sudafricana in 10 episodi trasmessi per la prima volta nel 1986. È una miniserie del genere drammatico incentrata sulle vicende (18161828) del capo africano degli Zulu, Shaka, interpretato daHenry Cele. La serie è composta da 10 episodi della durata di circa 50 minuti ciascuno ed è basata sul romanzo omonimo di Joshua Sinclair.

Cerco i sottotitoli in italiano, se qualcuno li trova mi scriva nei commenti o alla mia email (ipersphera@gmail.com). Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and Photos

Un film di Rainer Werner Fassbinder. Con Günter Lamprecht, Barbara Sukowa, Hanna Schygulla, Karlheinz Braun, Claus Holm. Drammatico, durata 933′ min. – Germania, Italia 1980. MYMONETRO Berlin Alexanderplatz * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Dopo Il matrimonio di Maria Braun è il 2° capitolo di Fassbinder sul passato della Germania. Nel romanzo di Döblin trova un tema centrale della sua poetica: il rapporto tra due uomini (Biberkopf e Reinhold) mediato dall’affetto/possesso di una donna. In una intervista il regista dichiarò di essersi proiettato non in uno, ma in 3 personaggi: Biberkopf, Reinhold e la prostituta Mieze. Dopo aver mantenuto le distanze dal primo per 13 puntate, se ne approfitta nell’epilogo onirico… Continua a leggere

Supercar (Knight Rider) è una serie televisiva statunitense prodotta tra il 1982 e il 1986, interpretata da David Hasselhoff

La vicenda inizia con il salvataggio di un uomo da parte delle industrie Knight. L’uomo è Michael Arthur Long (interpretato daLarry Anderson), che viene quasi ucciso da dei criminali. La sua vita cambia completamente: diventa Michael Knight (interpretato da David Hasselhoff) ed assieme a KITT, un’automobile completamente automatizzata e in grado di parlare, controllata da un’intelligenza artificiale, comincerà una lunga battaglia contro “le forze del male”.

Stagione Episodi Prima TV USA
Prima stagione 22 1982-1983
Seconda stagione 24 1983-1984
Terza stagione 22 1984-1985
Quarta stagione 22 1985-1986

Miami Vice 1x01 - Il colombiano Pt.1 - DVD Rip ITA by Ken_s.jpg

Miami Vice è una serie televisiva statunitense, di genere poliziesco, prodotta dal 1984 al 1989. La serie è interpretata da Don Johnson ePhilip Michael Thomas nei panni rispettivamente di James “Sonny” Crockett e Ricardo “Rico” Tubbs, due detective sotto copertura. Il nome della serie, non tradotto nella versione italiana, significa letteralmente Il vizio di Miami.

Miami Vice non riscosse un successo immediato. La NBC trasmise i primi episodi alle 22:00 del venerdì, passate in sordina a causa di altre trasmissioni a quei tempi più gettonate (come Dallas, trasmessa dalla concorrente CBS). Così Miami Vice fu considerata un flop, il programma più scarso del momento, ed uscì addirittura dalle classifiche dell’audience. Con le repliche estive, però, le cose si ribaltarono, e all’inizio della seconda stagione la serie era in vetta agli ascolti.

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 22 1984-1985 1986
Seconda stagione 22 1985-1986 1987
Terza stagione 24 1986-1987 1988
Quarta stagione 22 1987-1988 1989
Quinta stagione 21 1988-1989 1990

Nuova versione del 12/2/2016 presa da dvd con doppio audio e sub:

Shogun - Disk 1 - dvdrip ita eng_s.jpg

Versione eng subita:

d3d74tr6prv5

Un film di Jerry London. Con Richard Chamberlain, Toshiro Mifune, Yoko Shimada, John Rhys-Davies Formato Serie TV, Titolo originale . Avventura, – USA 1980.

La saga di un navigatore inglese (Chamberlain) che fa naufragio sulle coste del Giappone feudale del 1600 e si trova coinvolto nella lotta mortale tra due famiglie rivali. Dopo mille avventure ottiene, unico occidentale in assoluto, il grado di Shogun (capo samurai). Dal bestseller di James Clavell.

Tng - 1x01 - 1x02 - Encounter At Farpoint (Incontro A Farpoint)_s.jpg

Star Trek: The Next Generation è una serie televisiva ambientata nell’universo fantascientifico di Star Trek ideato da Gene Roddenberry, trasmessa originariamente negli Stati Uniti dal 1987 al 1994 (in Italia per la prima volta dal 1991 al 1997).

Prima serie a continuare la serie originale di Star Trek (19661969) (seconda se si considera anche la serie animata), The Next Generation è ambientata circa un secolo dopo e presenta una nuova nave stellare Enterprise e un nuovo equipaggio.La serie fu concepita e prodotta dall’ideatore originale di Star Trek, Gene Roddenberry.

Nel 1986, vent’anni dopo la prima serie di Star Trek, Roddenberry decise che era il momento di riprovare a creare una serie che ne fosse il seguito, ambientandola però a distanza di 78 anni nel futuro e con personaggi completamente nuovi. Nacque così Star Trek: The Next Generation. Le avventure si sono sviluppate in 178 episodi per la televisione, per poi proseguire con quattro pellicole cinematografiche. Il successo della serie è stato talmente grande da creare una nuova generazione di appassionati, che hanno allargato la cerchia dei milioni di fan di Star Trek già sparsi in tutto il mondo.[1]

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 26 19871988 19911993
Seconda stagione 22 19881989 1994
Terza stagione 26 19891990 19941995
Quarta stagione 26 19901991 1995
Quinta stagione 26 19911992 19951996
Sesta stagione 26 19921993 1996
Settima stagione 26 19931994 1997

 

 

Photobucket Pictures, Images and Photos

Marco Polo - 1982 - 1di4_s

Il primo grosso teleromanzo Rai a partecipazione internazionale. La storia è naturalmente quella dell’esploratore veneziano raccontata in flash-back a un compagno di prigionia. La vita di Marco è raccontata dalla prima giovinezza alla maturità, dal primo viaggio in Oriente assieme al padre ai fasti della corte di Kublai Khan. Passerà certamente alla storia come il primo teleromanzo occidentale girato in Cina.

Ai confini della realtà (1985).JPG

0101 Shatterday-A Little Peace and Quiet (1985) DivX, Ita-Eng Mp3 by BTMN_s

Ai confini della realtà (The Twilight Zone) è una serie televisiva di genere fantascientifico del 1985. La serie è ispirata alla serie classica del 1959, creata da Rod Serling e che vide tra gli sceneggiatori Richard Matheson e Ray Bradbury. La seconda serie fu trasmessa dal 1985 al 1989, e fu seguita da una terza in onda tra il 2002 e il 2003.

La nuova Ai confini della realtà debuttò il 25 settembre 1985, con la formula dei due o tre episodi da 20-25 minuti in uno show da un’ora. Molti episodi furono tratti da opere di scrittori famosi, come Ray Bradbrury, Alan Brennert, Arthur C. Clarke e Stephen King: tra questi, La stella (The Star) di Clarke, in cui un gruppo di astronauti arriva su un pianeta desolato, che da complicati calcoli si rivela essere niente meno che la stella cometa che guidò i Re Magi, e Gramma, in cui un bambino rimasto a casa con la nonna malata scoprirà che le voci di stregoneria che corrono sul suo conto non sono infondate.

Ci furono alcuni remake della serie classica, Dead Man’s Shoes, Shadow Play e Night of the Meek, mentre altri episodi andarono ad arricchire la lista dei classici. Tra di essi, The shadow man, in cui un ragazzo timido diventa coraggioso dopo l’incontro con l’uomo ombra che vive sotto il suo letto, salvo poi trovarsi di fronte all’uomo ombra di un’altra persona, Dead run, in cui un uomo si trova un lavoro piuttosto particolare, quello di portare anime morte all’inferno, The library, la storia di una biblioteca che contiene i libri con la vita di tutte le persone, e una sala dove poterli modificare, e Wordplay, la storia di un uomo che improvvisamente non comprende più il significato delle parole, ed è costretto a ricominciare ad imparare tutto, usando l’abecedario del figlio piccolo.

Nonostante il successo di molti episodi, lo show non ottenne un grande successo di pubblico, ma fu comunque confermato per la stagione successiva.

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 59 19851986 19861987
Seconda stagione 21 19861987 1988
Terza stagione 30 19881989 2007

DriveIn30AnniDVD1_s

Freddure, parodie, gag, imitazioni, sketch: DRIVE IN – 30 ANNI è l’esclusiva raccolta che ripropone, per la prima volta in assoluto, il programma simbolo della televisione degli anni ‘80 che ha trasformato il modo di far ridere. Irriverente, nuovo, moderno, frizzante, il varietà più famoso della TV conserva ancora oggi tutto lo spirito di quei tempi. La critica della Milano da bere e dello sfrenato individualismo del bocconiano rampante Sergio Vastano, del paninaro sfigato Enzo Braschi e della top model pentita Antonia Dell’Atte. Il riflusso e l’edonismo reaganiano presi in giro da Gianfranco D’Angelo nei panni del ministro guerrafondaio Giovanni “John” Spadolini e del socialista viveur Gianni De Michelis. La satira in anticipo sui tempi di Ezio Greggio, Enrico Beruschi e della moglie dell’onorevole Coccovace (Caterina Sylos Labini) sui “furbetti del quartierino”, le comiche di Benny Hill e le curve pop delle ragazze “parlanti” Fast Food. E ancora le parodie dei film campioni d’incasso al botteghino e dei telefilm (Bold Trek con la coppia Boldi-Teocoli) , la comicità che nasce dal vissuto quotidiano (il vigilante Vito Catozzo – Giorgio Faletti, l’ambientalista Johara), i tormentoni e i modi di dire rimasti sulla bocca di tutti: “Troppo giusto!”, “A me, me pare ‘na strunzata”, “E’ chiaro ‘stu fatto”, “Ce l’ho qui la brioche!, “Has Fidanken”, “Porco il mondo che c’ho sotto i piedi”, “L’acqua è poca e la papera non galleggia”.

Logo del programma Indietro tutta

Indietro Tutta 01_s

Indietro tutta! è stata una popolare trasmissione televisiva di Renzo Arbore e Ugo Porcelli con Alfredo Cerruti e Arnaldo Santoro, condotta da Renzo Arbore e Nino Frassica, in onda in seconda serata su Rai 2 dal 14 dicembre 1987[1] all’11 marzo 1988[1], intorno alle 22.30, prima del TG2 Stasera. Vennero prodotte 65 puntate[1].

Il programma, sotto l’apparenza di un gioco a premi dove si sfidano concorrenti del Nord e del Sud Italia, è in realtà un varietà, sebbene sui generis, con forti intenti satirici verso la televisione stessa, i suoi stereotipi e i suoi contenuti. Arbore infatti, col suo programma, fra gag e personaggi curiosi, canzoni e finti giochi a premi, non fa che stigmatizzare un certo tipo di televisione, che proprio negli anni ottanta aveva iniziato ad orientarsi verso un genere di intrattenimento sempre più commerciale e di basso livello culturale, fra salotti televisivi sempre più frivoli, ragazze sempre più svestite, e giochi a premi sempre più banali che distribuivano milioni a pioggia.

Tra gli elementi satirici, oltre alle scenografie e ai costumi volutamente ed esageratamente sfarzosi e grotteschi, spiccano ad esempio le Ragazze Coccodè, che ballano vestite con costumi da galline, antesignane (come le littorine di Odiens) delle più attuali veline, letterine, letteronze, ecc., o lo sponsor immaginario della trasmissione, il Cacao Meravigliao. Memorabili alcune gag che hanno alimentato autentici tormentoni: “Volante uno Volante due” (le voci di due poliziotti, l’agente Frontone della Volante 1 e l’agente Frangipane della Volante 2 – alias Alfredo Cerruti ed Arnaldo Santoro, coautori del programma – che per un contatto “entravano” in onda durante la lettura del regolamento); “chiamo io … chiama lei” (la voce del prof. Pisapia – ancora Alfredo Cerruti – rinchiuso sotto la tolda della nave a guardare la TV, che chiosava con Arbore); “manaccia!” (l’espressione di dispiacere con cui Frassica sottolineava la risposta sbagliata da parte di un concorrente). Si ricordano anche gli sketch di Michele Foresta, più noto successivamente come Mago Forest, un esordiente Francesco Paolantoni nei panni di Cupido, il “gonghista” Fulvio Falzarano e tra le vallette del programma figuravano anche una giovanissima Maria Grazia Cucinotta e Feliciana Iaccio, entrambe nel ruolo di guardiane della cella di Pisapia, oltre alla “Miss Sud” Nina Soldano e alla “Miss Nord” Adriana Alves de Oliveira.

Nel programma viene abolita la classica soglia esistente in tv tra scena e retroscena. Si pensi a tal proposito a elementi quali la “regia in diretta” di Renzo Arbore, che dirige con due consolle video la trasmissione mentre è in diretta. Inoltre, Arbore si rivolge al conduttore Frassica, come se fosse a una sorta di prova generale prima dello spettacolo. Lo stesso Frassica ha affermato in un’intervista che la maggior parte del programma era basata sull’improvvisazione.[2] Frassica chiede più volte ad Arbore se si possa mandare in onda la sigla, se è il momento di parlare dello sponsor o meno; si fa guidare passo passo.

Trattandosi di un programma parodia di tante trasmissioni della tv commerciale, numerosi sono gli elementi di autoreferenzialità televisiva: oltre allo sponsor immaginario (si pensi che la trasmississione Indietro tutta! non era interrotta da nessuno spazio pubblicitario e men che meno da telepromozioni), altri elementi come la finta ruota della fortuna, i balletti e i corpi di ballo composti da ballerine vestite come galline, sono chiaramente riferiti a programmi più o meno noti di altre emittenti.

Talvolta nel programma Renzo Arbore appare in uniforme da ufficiale di marina: anche in altre trasmissioni cult degli anni ottanta, in primis in Colpo grosso, ritroviamo lo stesso concetto di anchorman/capitano al comando di una nave.

Il programma diviene in breve tempo un cult, così come il suo illustre predecessore Quelli della Notte. Alcune battute dei protagonisti divengono dei veri e propri tormentoni, così come le varie canzoni eseguite in diretta: Sì, la vita è tutt’un quiz (sigla di apertura), Vengo dopo il tiggì (sigla di chiusura), Pirulì e Cacao Meravigliao. Quest’ultima finta sponsorizzazione prevedeva un balletto delle ragazze Cacao meravigliao (di cui solo una era veramente brasiliana) sulle note di un jingle facilmente orecchiabile, con musicalità chiaramente esotica.

Gli elementi di autoreferenzialità al mondo della televisione commerciale e/o della neotelevisione sono chiaramente presenti anche nelle due sigle di testa e di coda. In entrambe si accenna alla ritualità della visione della tv nelle famiglie italiane e al fatto che il piccolo schermo non solo detta l’organizzazione del tempo nella società, ma influenza anche i rapporti interpersonali e costruisce l’immaginario collettivo.

La trasmissione originariamente doveva andare in onda alle 23.10, come Quelli della notte, ma fu lo stesso Renzo Arbore a chiedere che venisse anticipata alle 22.30, così da andare in onda prima del telegiornale: non a caso la sigla di chiusura della trasmissione, scritta dallo stesso Arbore con Claudio Mattone e intitolata Vengo dopo il tiggì, parlava di una famiglia in cui la moglie si coricava al termine di Indietro tutta! mentre il marito aspettava di vedere il telegiornale prima di raggiungere la consorte.

Poirot+-+1x01_s

Poirot (Agatha Christie’s Poirot) è una serie televisiva britannica, prodotta originariamente dalla London Weekend Television (attualmente dalla ITV Production and Agatha Christie Ltd), trasmessa in Inghilterra a partire dall’8 gennaio del 1989 e terminata il 13 novembre 2013 dopo 13 stagioni, per un totale di 70 episodi divisi fra 36 episodi della durata di 52 minuti ispirati ai racconti brevi di Agatha Christie pubblicati nel corso degli anni venti, e 34 episodi della durata di 103 minuti ispirati ai romanzi.

Il telefilm è stato trasmesso in Italia originariamente da Rete 4 e successivamente da Fox Crime (con inizio dalla nona e dalla decima stagione) e da DIVA Universal. Tutte le stagioni sono state pubblicate in dvd con doppio audio da Malavasi Editore, che ne ha curato l’edizione italiana. Retequattro, ad inizio 2014, ha trasmesso 4 degli ultimi 5 episodi della serie (stagione 13). L’ultimo capitolo “Sipario” che chiude l’intero ciclo, è stato posticipato al 24 maggio 2014 in quanto, dato i buoni riscontri di pubblico, si è optato per la riproposizione di alcuni vecchi episodi e di posticipare il capitolo finale per una questione di continuità narrativa.

Stagione Episodi Prima TV Inghilterra Prima TV Italia
Prima stagione 10 1989 1990
Seconda stagione 10 1990 1991
Terza stagione 10 1991 1992
Quarta stagione 3 1992 1993
Quinta stagione 8 1993 1994
Sesta stagione 4 19951996 1997
Settima stagione 2 2000 2001
Ottava stagione 2 2001 2002
Nona stagione 4 20032004 2005
Decima stagione 4 20052006 2007
Undicesima stagione 4 20082009 2010
Dodicesima stagione 4 2010 2012
Tredicesima stagione 5 2013 2014