Category: Serie Tv


Risultati immagini per Le Avventure di Penelope Pitstop

Le avventure di Penelope Pitstop (The Perils of Penelope Pitstop) è una serie televisiva a cartoni animatistatunitensi prodotta da Hanna-Barbera nel 1969 spin-off della serie Wacky Races e incentrata sul personaggio di Penelope Pitstop.

La banda del Formicaio formata dal capo Clyde, e dal poco attento Dum Dum, il versatile Pockets, il triste Snoozy, il catalettico Softy, l’allegrone Yak Yak e il velocissimo Zippy, a bordo della loro incredibile macchina d’epoca anti-proiettile, la stessa usata in Wacky Races qui nominata Chugga-Boom, tentano di proteggere la bella protagonista dai tranelli architettati dal perfido Artiglio Incappucciato (Sylvester Sneekly) che in realtà è il tutore di Penelope e che la vorrebbe eliminare per impossessarsi della sua ricca eredità.

Le regole del delitto perfetto (How to Get Away with Murder) è una serie televisiva thriller giudiziaria statunitense trasmessa dalla ABC a partire dal 25 settembre 2014[1]. La serie è creata da Peter Nowalk, già produttore di Grey’s Anatomy e Scandal, e prodotta da Shonda Rhimes attraverso ABC Studios e ShondaLand.

La serie segue la vita professionale e privata della carismatica Annalise Keating, stimata avvocato e preziosa docente di diritto penale presso una prestigiosa Università di Filadelfia, la fittizia “Middleton University”. Con la collaborazione dei “Keating Five”, ovvero i 5 studenti scelti per assisterla nei casi giudiziari, e ai suoi associati Bonnie e Frank, Annalise si troverà a dover affrontare vari processi e, soprattutto, il caso di omicidio di una studentessa, che legherà lei, il suo amante e tutti gli altri studenti all’incombente morte del marito Sam.[3] Continua a leggere

Risultati immagini per Le Avventure di Pinocchio serie

Le avventure di Pinocchio è uno sceneggiato televisivo tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Collodi, diretto dal regista Luigi Comencini, e trasmesso per la prima volta dalla televisione italiana sul Programma Nazionale nell’aprile 1972, suddiviso in cinque puntate, per una durata totale di 280 minuti. Fu poi replicato, sempre in cinque puntate, in occasione del decennale della pellicola nel 1982 sempre sulla Rai Tv1.

Comenicini realizzò una versione più lunga, di 320 minuti, suddivisa in sei puntate. Tale versione fu adattata anche in francese, da Pierre Cholodenko[1], per esser trasmessa nel dicembre 1972 dall’emittente Première chaîne de l’ORTF. La versione a sei puntate fu riprodotta in versione home video, quindi digitalizzata e trasmessa sulle emittenti digitali Rai Movie e TV2000. Fu commercializzata anche una versione più corta, della durata di 135 minuti.

Come nel celebre romanzo, vi si narrano le disavventure del famoso burattino, anche se, a differenza della versione letteraria, nello sceneggiato Pinocchio è impersonato da un bambino vero, che solo in alcuni punti si ritrasforma in un burattino (in questa serie, Pinocchio diviene burattino o bambino per essere punito, premiato o salvato dalla Fata, fino alla fine, quando è totalmente bambino per la sua buona condotta, e il suo spirito esce dal burattino morto).

Continua a leggere
Risultati immagini per Blaise Pascal film

Blaise Pascal è un film per la televisione in due parti del 1971 diretto da Roberto Rossellini.

In Francia, verso gli inizi del 1650, il giovane Blaise Pascal è uno studioso molto abile ed intelligente che vive studiando i principi della matematica e della meccanica già introdotti da René Descartes (meglio noto come Cartesio), l’inventore del piano cartesiano e soprattutto promotore di una filosofia che racchiude le caratteristiche dell’inconscio e dell’essenza che agisce libera (Dio) e dell’essere che è costretto a finire e che non agisce liberamente (le creature viventi, in particolare l’uomo). Egli pubblica come prima opera un saggio di geometria e matematica in cui spiega le coniche che formerebbero una stella non di cinque bensì di sei punte. Tuttavia Pascal non viene compreso completamente dai coetanei, a causa del suo genio precoce.

Essendo inoltre molto debole di salute, Pascal passa la maggior parte dei suoi giorni a letto con la febbre, quando non s’imbatte in un gruppo di pensatori di una nuova filosofia che aiutarono il padre dopo una brutta caduta: il giansenismo, nato da Giansenio

Continua a leggere
Risultati immagini per Fantaghiro locandina

Fantaghirò è una miniserie televisiva di genere fantastico del 1991 diretta da Lamberto Bava. Si ispira alla fiabaFanta-Ghirò, persona bella di Italo Calvino, rielaborazione di una novella montalese inserita da Gherardo Nerucci nelle Sessanta novelle popolari montalesi, edite nel 1880. È la prima miniserie che fa parte del franchise di Fantaghirò. È stato trasmesso per la prima volta da Canale 5 in due parti da 100 minuti ciascuna, il 22 e 23 dicembre 1991. Per molti anni, tutte le serie sono state replicate durante il periodo natalizio.

In un medioevoimmaginario e pagano, due regni si affrontano da secoli in una guerra estenuante, senza che nessuno dei due riesca a prevalere. In uno di questi due regni, la regina, che ha già dato alla luce due bambine, muore dopo aver partorito una terza creatura. Il re che attende un erede maschio, rimane deluso dalla nascita dell’ultima figlia, profetizzata dalla Strega Bianca, Fantaghirò, e tenta di sacrificare la bambina alla Sacra Bestia nella Grotta della Rosa d’Oro. Un fulmine però colpisce e recide la spada con cui il re stava per uccidere la bambina. La fanciulla, orfana di madre, è ricondotta al castello. Ella si distingue fin da bambina per il suo carattere ribelle: le disposizioni reali prevedevano che le donne del regno dovessero occuparsi di attività tradizionali come la cucina o il cucito, mentre veniva proibito loro lo studio. Fantaghirò rifiuta tutto ciò e insiste nel volersi occupare di faccende riservate agli uomini, fra cui la lettura e l’uso delle armi, in aperto contrasto con la volontà del padre. La ragazza così è oggetto di scherno continuo da parte delle sorelle ed è sottoposta a disumane punizioni, come l’isolamento nel fondo di un pozzo.

Continua a leggere
Risultati immagini per Puccini sceneggiato

Puccini è uno sceneggiato televisivo italiano del 1973, diretto da Sandro Bolchi e dedicato alla vita del compositore Giacomo Puccini.[1][2][3] 
Protagonista, nel ruolo di Giacomo Puccini, è l’attore Alberto Lionello.[1][2][3] Nel cast, figurano inoltre Ilaria Occhini e Tino Carraro.[1][2][3]

Lo sceneggiato, in cinque puntate[1][3], fu trasmesso per la prima volta sul Programma Nazionale (l’attuale Rai 1) la domenica in prima serata[1] dal 7 gennaio 1973[1][3] al 4 febbraio 1973[3].

Continua a leggere
Risultati immagini per Antonio Meucci sceneggiato

Antonio Meucci, cittadino toscano, contro il monopolio Bell è una miniserie televisiva in tre puntate trasmessa dal Programma Nazionale della Rai a partire dal 4 ottobre 1970.

Diretto da Daniele D’Anza, lo sceneggiato è ispirato alla vita dell’inventore italiano Antonio Meucci e alle vicende giudiziarie che negli Stati Uniti lo opposero allo scozzese Bell per il riconoscimento della paternità dell’invenzione del telefono.

1887. Si apre il processo per l’attribuzione del brevetto per l’invenzione del telefono. Le parti sono l’italiano Antonio Meucci, emigrato e padre di molte invenzioni di quel tempo ma quasi totalmente privo di mezzi, contro il giovane inglese Alexander G. Bell, appoggiato invece dall’establishment dell’epoca. Il Meucci avrebbe brevettato una specie di telefono oltre dieci anni prima di Bell ma il processo è chiaramente a senso unico: solo un piccolo giornale, nella persona di un dinamico giornalista, è dalla parte di Meucci. Bell produce scritti, testimoni e prove circostanziate; Meucci non può ribattere che coi suoi ricordi e qualche disegno scolorito.

Continua a leggere

Risultati immagini per Fargo serieFargo è una serie televisiva statunitense trasmessa dal 15 aprile 2014 dalla rete via cavo FX.

La serie antologica, pensata per narrare una storia diversa in ogni stagione, trae ispirazione dal film del 1996 Fargo, dei fratelli Coen, i quali figurano tra i produttori esecutivi.

Ai Premi Emmy 2014 la prima stagione è stata giudicata miglior miniserie televisiva; vincendo anche il premio alla miglior regia e al miglior casting per un film, miniserie o speciale drammatico; anche ai Golden Globe 2015 è stata premiata come miglior miniserie e Billy Bob Thornton è stato riconosciuto miglior attore protagonista in una miniserie o film per la televisione.

La prima stagione di Fargo segue le vicende avvenute nel 2006 in Minnesota, tra le cittadine di Bemidji e Duluth. Le città del nord degli Stati Uniti sono segnate dall’arrivo del violento delinquente Lorne Malvo, il quale, durante un casuale incontro a Bemidji, trascina in un piano criminale un sempliciotto assicuratore senza successo, Lester Nygaard. A seguire le tracce delle loro malefatte è la giovane e intraprendente agente di polizia Molly Solverson. Continua a leggere

Risultati immagini per This is us

This Is Us è una serie televisiva statunitense creata da Dan Fogelman e trasmessa dal 20 settembre 2016 dall’emittente NBC.

Si tratta di un dramma familiare narrato su tre archi temporali, interpretato da un cast corale che comprende Milo VentimigliaMandy MooreSterling K. BrownChrissy MetzJustin HartleySusan Kelechi WatsonChris Sullivan e Ron Cephas Jones.

La serie è stata accolta da un marcato successo di critica e pubblico, venendo candidata pochi mesi dopo il debutto al Golden Globe per la miglior serie drammatica.

Nel 1980 Jack e Rebecca sono una coppia di giovani sposi la cui vita si complica inaspettatamente quando lei rimane incinta di tre gemelli. Il giorno del parto plurigemellare, nonché compleanno di Jack, le cose non vanno come sperato e uno dei bambini non sopravvive. Su proposta del dottore che ha gestito il parto, i due neo-genitori decidono tuttavia di adottare un bambino afroamericano nato nello stesso giorno e abbandonato da sconosciuti nei pressi di una vicina caserma dei vigili del fuoco, facendo in seguito ritorno a casa comunque con tre figli.

Nel presente, 36 anni dopo, i tre fratelli vivono ormai in diverse città degli Stati Uniti: Kevin, è un noto attore televisivo che inizia a non essere pienamente soddisfatto della sua vita mondana andando alla ricerca di un cambiamento professionale e non solo; Kate è la sorella a cui è molto legato, la quale cerca invano di controllare il suo peso; Randall, marito e padre di due figlie, è il loro fratello adottivo che va alla ricerca del proprio padre naturale da cui era stato abbandonato. Quando lo trova, scoprirà che la madre era da sempre a conoscenza della sua identità.

La trama segue tre linee temporali: le vicende dei tre fratelli adulti nel presente ma anche quelle nel loro passato e in quello dei loro genitori, così come avvenimenti nel futuro.

Continua a leggere

Risultati immagini per Under the DomeUnder the Dome è una serie televisiva statunitense di genere fantascientifico creata da Brian K. Vaughan, che ha debuttato il 24 giugno 2013 sulla rete televisiva CBS.[1] È basata sul romanzo The Dome (Under the Dome) scritto da Stephen King.

La serie segue le vicende degli abitanti di Chester’s Mill, una piccola cittadina del Maine, che si ritrovano tagliati fuori dal resto del mondo a causa di un impenetrabile, misterioso e invisibile campo di forza che circonda tutta la città, comparso improvvisamente dal nulla. Impossibilitati ad uscire dalla città presa ormai dal panico, un piccolo gruppo di persone cercherà di mantenere l’ordine e la pace e cercherà anche di scoprire come fuggire da quella che per loro è ormai diventata una prigione. Continua a leggere

Risultati immagini per Red RidingRed Riding è una serie antologica del 2009 che adatta i romanzi dello scrittore inglese David Peace facenti parte del ciclo Red Riding Quartet, ovvero 1974, 1977, Millenovecento80 e Millenovecento83. Soltanto il primo, il terzo e il quarto, però, sono stati trasposti in tre film per la televisione, intitolati rispettivamente Red Riding 1974, Red Riding 1980 e Red Riding 1983[2], andati in onda nel Regno Unito su Channel 4 dal 5 marzo[3][4] al 19 marzo 2009 a cadenza settimanale.

In Italia i tre film sono stati trasmessi in prima visione assoluta su Rai 4 dal 15 gennaio al 29 gennaio 2013, a cadenza settimanale[5][6].

Ambientati sullo sfondo di alcuni omicidi seriali verificatisi tra il 1974 e il 1983, inclusi quelli dello Squartatore dello Yorkshire, i film seguono diversi personaggi ricorrenti in un mondo violento di poliziotti corrotti e crimine organizzato. Continua a leggere

Risultati immagini per Il Nome della Rosa serie locandina

Il nome della rosa (The Name of the Rose) è una miniserie televisiva italotedesca del 2019, creata e diretta da Giacomo Battiato per Rai Fiction e Tele München. Adattamento televisivo dell’omonimo romanzo di Umberto Eco del 1980, la miniserie è una co-produzione tra le case di produzione italiane 11 Marzo Film e Palomar.[1]

La miniserie è stata venduta in 132 paesi ed è la seconda serie italiana più venduta al mondo dopo Gomorra.

Alpi piemontesi, fine novembre del 1327. Il frate francescano Guglielmo da Baskerville, seguito dal giovane novizio benedettino Adso da Melk, raggiunge un’isolata abbazia benedettina per partecipare ad una disputa sulla povertà apostolica tra rappresentanti dell’Ordine francescano e del papato avignonese. All’arrivo nell’abbazia i due si trovano coinvolti in una catena di morti misteriose

Continua a leggere
Risultati immagini per true detective 3 locandina

La terza stagione della serie televisiva True Detective, composta da otto episodi, è stata trasmessa sul canale statunitense HBO dal 13 gennaio[1] al 24 febbraio 2019.

In Italia, la stagione è andata in onda in prima visione in lingua italiana sul canale satellitare Sky Atlantic dal 21 gennaio[2] al 4 marzo 2019. È stata trasmessa in lingua originale sottotitolata in italiano dal 14 gennaio al 25 febbraio 2019, in simulcast con HBO.[2]

Il cast principale di questa stagione è formato da Mahershala AliStephen DorffCarmen EjogoScoot McNairy e Ray Fisher.

La trama si incentra su un episodio di cronaca nera avvenuta il 7 novembre 1980: la sparizione, nella profonda provincia dell’Arkansas, di due bambini, fratello e sorella, usciti in bicicletta e mai tornati a casa. Il caso viene affidato ai detective della Polizia di Stato Wayne Hays e Roland West. Il narratore è il det. Hays, che racconta i fatti da due distinte finestre temporali: la prima nel 1990, quando viene interrogato sulla vicenda dai suoi ex colleghi (nel frattempo si scopre che ha lasciato la squadra investigativa ma è sempre alle dipendenze della Polizia statale) perché è sopravvenuta una sconvolgente novità sul caso; la seconda nel 2015, quando l’anziano (e malato presumibilmente di demenza senile) Hays viene intervistato per un programma televisivo di cronaca

Continua a leggere

Le interviste impossibili è il titolo di un programma della seconda rete radiofonica Rai, in onda dal 1973 al 1975, in cui uomini di cultura contemporanei reali fingono di trovarsi a intervistare 82 fantasmi redivivi di persone appartenenti a un’altra epoca, impossibili da incontrare nella realtà, da qui il titolo. Valentino Bompiani ne pubblicò una scelta in due volumi nel 1975[1]. La RAI ne fece successivamente delle repliche.

I fantasmi intervistati sono quelli dei personaggi storici che vissero lungo un arco di tempo considerevole che va dall’epoca dell’uomo di Neanderthal fino al XX secolo. Fu realizzata anche un’intervista a Dio, che venne però rifiutata dagli editori, almeno fino al 2008[4].

In anni più recenti, la formula è stata ripresa in diversi programmi radiofonici e televisivi, spettacoli teatrali e incontri letterari.

Risultati immagini per Twin Peaks locandina

I segreti di Twin Peaks (Twin Peaks) è una serie televisiva statunitense ideata da David Lynch e Mark Frost. Venne trasmessa per la prima volta in due stagioni dal canale televisivo ABC, dall’8 aprile 1990 al 10 giugno 1991.

La serie è ambientata nella fittizia cittadina montana di Twin Peaks situata nello Stato di Washington, a cinque miglia dal confine tra Stati Uniti e Canada[1]. L’apparente tranquillità di questo piccolo paese degli Stati Uniti d’America viene turbata dal ritrovamento del cadavere di Laura Palmer, figlia unica del noto avvocato Leland, nonché una delle ragazze più popolari della città. Continua a leggere

He-Man è un personaggio immaginario ispirato al protagonista tipo del genere fantasy eroico, creato nel 1981 da Mattel per la linea di giocattoli dei Masters of the universe (accorciato spesso in M.O.T.U., in italiano “i dominatori dell’universo”). Il personaggio, introdotto con dei fumetti di poche pagine allegate ai giocattoli, ha acquisito grande popolarità con la serie TV d’animazione che lo vedeva protagonista, He-Man e i dominatori dell’universo, realizzata dalla Filmation a partire dal 1983. In seguito alla grande risposta di pubblico, ha fatto comparsa anche in molti altri prodotti correlati (fumetti, cancelleria scolastica, costumi di carnevale, ecc.). Successivamente si è cercato di rilanciarlo con diverse serie animate (un sequel nel 1990 e un remake nel 2002) e anche con un film dal vivo (nel 1987, He-Man era interpretato da Dolph Lundgren), ma senza mai riuscire ad eguagliare il successo iniziale.

Continua a leggere
Risultati immagini per The Sinner

The Sinner è una serie televisiva antologica[2] statunitense di genere giallo mystery, basata sul romanzo omonimo della scrittrice tedesca Petra Hammesfahr. Gli otto episodi della serie, originariamente concepiti per una “serie unica, sono stati ordinati a gennaio 2017 e sono stati mandati in onda su USA Network dal 2 agosto 2017. Con protagonista Jessica Biel, la quale è anche produttore esecutivo. A marzo 2018 la serie è stata rinnovata per un secondo ciclo di 8 episodi, trasmessi dal 1° agosto 2018.[3]

The Sinner ha riscosso notevole successo; ha infatti ricevuto 2 nominations alla 75esima edizione dei Golden Globe Awards: una per la Miglior Miniserie o Film per la TV e una per la miglior attrice in una mini-serie o film per la televisione per Jessica Biel, la quale ha anche ricevuto una nomination agli Emmy Awards nella stessa categoria.

Cora, una moglie e una madre dalla vita apparentemente serena, un giorno viene colta da un impeto di rabbia e uccide un uomo sconosciuto senza motivo e con estrema ferocia. Dopo la confessione di Cora, la mancanza di un movente porta il Detective Harry Ambrose ad indagare su cosa è successo nella psiche della giovane donna.

Continua a leggere
Risultati immagini per Colony

Colony è una serie televisivastatunitense creata da Carlton Cuse e Ryan J. Condal, con protagonisti Josh Holloway e Sarah Wayne Callies.[1]

In un futuro non identificato, Los Angeles non è più una città, ma un Blocco, così come lo sono tutte le altre città degli Stati Uniti.

Durante l’Arrivo, degli Invasori, di origine extraterrestre, hanno eretto delle Mura altissime, le quali impediscono alle persone di visitare gli altri Blocchi, poiché le Mura sono sotto strettissima sorveglianza da parte di un’occupazione militare chiamata “Colony Transitional Authority” (o semplicemente “Occupazione”) gestita da un governo collaborazionista.

Continua a leggere

Risultati immagini per dune il destino dell'universo

Un film di John Harrison. Con William HurtAlec NewmanIan McNeiceGiancarlo GianniniSaskia Reeves. continua» Fantascienzadurata 273 min. – USA, Canada, Germania 2000.

Nell’anno 10191 la galassia è completamente popolata dall’uomo, che si sposta da un pianeta all’altro grazie alle facoltà psicocinetiche dei piloti della Gilda spaziale, sviluppate da una droga, il melange, che può essere raccolta su un solo pianeta in tutto l’universo: l’arido e sabbioso Arrakis, soprannominato “Dune”. In un complesso gioco di potere, l’imperatore Shaddam IV alterna la concessione dello sfruttamento di Arrakis tra le varie casate della sua corte. Quando nel controllo di Dune subentra il duca Leto il giusto, capo della famiglia Atreides, il crudele barone Harkonnen, con il segreto appoggio dall’imperatore, trama la sua rovina. Un attacco a tradimento stermina il clan ed all’eccidio scampa soltanto Paul, il figlio di Leto. Fuggendo nel deserto di Arrakis, il giovane si imbatte nei Fremen, reietto popolo delle sabbie, che vive nell’attesa di un misterioso salvatore, preannunciato da una profezia. Col nome di Muad’Dib, Paul assume il comando dei Fremen, guidandoli alla vittoria nella lotta contro gli Harkonnen, che si sono impadroniti di Dune, e finirà per rivelarsi il Kwisatz Haderach delle profezie, l’essere supremo cui tutti, compreso lo stesso imperatore, dovranno inchinarsi.

Continua a leggere

The Killing è una serie televisiva statunitense poliziesca prodotta per quattro stagioni dal 2011 al 2014 da Fox Television Studios e da Fuse Entertainment per la rete televisiva via cavo AMC.[2]

Remake della serie televisiva danese Forbrydelsen, The Killing è incentrata sulle vicende che ruotano attorno l’omicidio di una giovane ragazza e la conseguente indagine della polizia.[3] La serie ha debuttato in Italia su Fox Crime il 3 novembre 2011.[4]

Dopo due stagioni prodotte, la serie era stata inizialmente cancellata dal network statunitense il 27 luglio 2012,[5] ma dopo delle trattative avviate dalla casa di produzione Fox Television Studios con la società Netflix e la stessa AMC, le quali si divideranno i costi di produzione, è stato deciso di produrre una terza stagione che ha debuttato il 2 giugno 2013.[6][7] Il 10 settembre 2013, AMC cancella ufficialmente la serie.[8] Due mesi dopo la cancellazione della serie, Netflix ha acquistato i diritti per produrre una quarta e ultima stagione composta da 6 episodi per il 2014.[9] Continua a leggere