Category: Charles Bronson


Risultati immagini per La Grande Fuga

Un film di John Sturges. Con Charles Bronson, James Coburn, Donald Pleasence, James Garner, Steve McQueen. Titolo originale The Great Escape. Guerra, durata 168′ min. – USA 1963. MYMONETRO La grande fuga * * * * - valutazione media: 4,01 su 25 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Durante la seconda guerra mondiale un gruppo di prigionieri angloamericani, rinchiusi in un campo speciale, organizzano un’evasione di massa attraverso gallerie sotterranee scavate faticosamente. Un po’ prolisso nei suoi 168 minuti (durata dell’edizione originale), è però un eccitante film di guerra tratto da una storia vera. Toglie il respiro. Molto ben fotografato da Daniel Fapp in località della Germania. McQueen in moto sopra tutti. Musiche di Elmer Bernstein. Sceneggiato da James Clavell e W.R. Burnett da un libro di Paul Brickhill. Continua a leggere

Risultati immagini per Chato bronson

Un film di Michael Winner. Con Charles Bronson, JamesWhitmore, Jack Palance, Richard Jordan, Simon Oakland. Titolo originale Chato’s Land. Western, durata 110′ min. – USA 1971. MYMONETRO Chato * * * - - valutazione media: 3,25 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

New Mexico, 1873: un Apache uccide per legittima difesa un bianco. Gli danno la caccia ma, quando gli uccidono la moglie, cambia tattica e si vendica con ferocia. Palesemente influenzato dalla violenza dei western italiani, M. Winner non ha la mano leggera nelle scene crudeli, affondando nel sangue i temi antirazzisti della storia. Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and Photos

Un film di Sergio Sollima. Con Charles Bronson, Telly Savalas, Michel Constantin, Umberto Orsini. Giallo, durata 104′ min. – Italia 1970. MYMONETRO Città violenta * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Uscito dal carcere, uccide l’uomo che l’aveva tradito, perdona la sua donna che s’è sposata a un boss della malavita, è ricattato, reagisce. Sulla scia del cinema americano di azione violenta S. Sòllima non va al di là di un robusto mestiere, ma il sapore del surrogato è inconfondibile. Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and Photos

Un film di Tom Gries. Con Charles Bronson, Robert Duvall, John Huston, Jill Ireland, Randy Quaid. Titolo originale Breakout. Drammatico, durata 96′ min. – USA 1975. MYMONETRO Dieci secondi per fuggire * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Come un coraggioso avventuriero riesce, al terzo tentativo, a far evadere da un penitenziario messicano un industriale condannato, senza colpa, per omicidio. C’è di mezzo un nonno malefico. Un’ora e mezzo di azione senza pause: suspense, spettacolo (belle le riprese aeree del grande Carroll), risvolti umoristici, bravi attori. Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and Photos

Un film di Ken Annakin. Con Charles Bronson, Henry Fonda, Robert Shaw, Ty Hardin, Anna Maria Pierangeli. Titolo originale Battle of the Bulge. Guerra, durata 163 min. – USA 1965.

Dicembre 1944: in previsione di una nuova, dura ripresa delle ostilità da parte dell’esercito tedesco, gli americani si preparano nelle Ardenne ad affrontare i loro carri armati. Vicenda, ricostruzione storico-politica e indagine psicologica dei personaggi sono secondarie rispetto alla spettacolare grandiosità delle scene di battaglia, girate con grande abbondanza di mezzi. Continua a leggere

Risultati immagini per Io non credo a nessunoUn film di Tom Gries. Con Charles Bronson, Ben Johnson, Jill Ireland, Charles Durning, Richard Crenna.Titolo originale Breakheart Pass. Western, durata 95 min. – USA 1975. MYMONETRO Io non credo a nessuno * * - - - valutazione media: 2,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

I soldati a guardia di una miniera sono stati decimati da un’epidemia. Su un treno che dovrebbe contenere medicinali viaggiano invece le armi destinate agli indiani. Un agente del servizio segreto non può impedire alcune morti misteriose; tuttavia evita che il progetto dei trafficanti venga portato a termine. Continua a leggere

Dieci Minuti a Mezzanotte - dvdrip ita eng_s.jpg

Un film di J. Lee Thompson. Con Charles Bronson, Andrew Stevens, Lisa Eilbacher Titolo originale Ten to Midnight. Thriller, durata 100 min. – USA 1983. – VM 18 – MYMONETRO Dieci minuti a mezzanotte* 1/2 - - - valutazione media: 1,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un maniaco uccide le ragazze che l’hanno respinto. Un ufficiale di polizia sospetta di lui, ma è difficile mettere l’omicida alle strette (per ogni delitto s’è predisposto un alibi inattaccabile). Allora il poliziotto per incastrarlo fabbrica prove fasulle. Ma l’inganno è scoperto e l’assassino rilasciato cerca subito di vendicarsi a spese della figlia del piedipiatti.

Photobucket Pictures, Images and Photos

Viva__Viva_Villa__-_satrip_ita_s.jpg

Un film di Buzz Kulik. Con Robert Mitchum, Charles Bronson, Herbert Lom, Alexander Knox. Titolo originale Villa Rides. Avventura, Ratings: Kids+13, durata 125′ min. – Gran Bretagna 1968. MYMONETRO Viva! Viva Villa! * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Pilota nordamericano contrabbanda armi col Messico per i ribelli, ma è costretto a dare un contributo più attivo ai peones che si battono nelle file di Pancho Villa. La sceneggiatura di Sam Peckinpah e Robert Towne non basta a dare brio a un film pesante dove l’azione cede spesso il posto al colore locale. Rara occasione per vedere la chioma nera di Yul.

Photobucket Pictures, Images and Photos

A Muso duro - Cd1_s.jpg

Un film di Richard Fleischer. Con Charles Bronson, Al Lettieri, Linda Cristal, Lee Purcell.Titolo originale Mr. Majestyk. Poliziesco, durata 103 min. – USA 1974. MYMONETRO A muso duro * * 1/2- - valutazione media: 2,50 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Reduce dal Vietnam diventa coltivatore di cocomeri. Arrestato ingiustamente, fugge e viene coinvolto in uno scontro. Uno contro tutti. Riservato ai fans di Bronson, è oppresso da una sceneggiatura greve di Elmore Leonard al cui servizio si è messo Fleischer con una regia pachidermica. 

El Cid_s.jpg

Un film di Anthony Mann. Con Sophia Loren, Charlton Heston, Raf Vallone, Nerio Bernardi. Avventura, durata 184′ min. – Italia, Spagna 1961. MYMONETRO El Cid * * * 1/2 - valutazione media: 3,75 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Accusato ingiustamente di tradimento, il cavaliere Rodrigo Díaz de Vivar (1030-99) uccide in duello il futuro suocero. La bella Jimena non lo perdona e si chiude in convento. Riconciliatosi con lei, diventa El Cid Campeador. Mastodontico _ ma talvolta anche agile _ come un elefante, questo colosso in costume vanta una lussuosa ambientazione ispanica, qualche bella scena di battaglia, la possanza di C. Heston e il fulgore di S. Loren.

Caccia selvaggia_s.jpg

Un film di Peter Hunt. Con Charles Bronson, Lee Marvin, Angie Dickinson, Maury Chaykin Titolo originale Death Hunt. Avventura, durata 97 min. – USA 1980. – VM 14 – MYMONETRO Caccia selvaggia * * * - - valutazione media: 3,04 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

In Canada negli anni Trenta, un cacciatore solitario è scambiato per un maniaco assassino che va in giro per le distese gelate, scannando tutti i malcapitati che incontra. Un sergente delle giubbe rosse è incaricato di catturarlo, ma il cacciatore riesce a sfuggirli. Nel frattempo viene svelata la vera identità dell’assassino.

Il Giustiziere della Notte_s

Un film di Michael Winner. Con Charles Bronson, Hope Lange, Vincent Gardenia, William Redfield Titolo originale Death Wish. Drammatico, durata 93 min. – USA 1974. MYMONETRO Il giustiziere della notte * * * - - valutazione media: 3,06 su 18 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Paul Kersey è un architetto cui alcuni balordi, penetrati nella sua abitazione, uccidono la moglie e violentano la figlia. Nell’animo dell’uomo esploderà un furore vendicativo che si rivolgerà verso chiunque ai suoi occhi rappresenti un pericolo per la società. Prende l’abitudine di girare armato in luoghi pericolosi e nel cuore della notte. Non gli è difficile fare brutti incontri, che risolverà quasi sempre uccidendo chi tenta di rapinarlo o importunarlo. La polizia è sulle sue tracce, non per fini di giustizia, ma per una mal riposta inaccettabilità del sovvertimento dei ruoli. Ma Paul Kersey riuscirà a eludere il pericolo di essere arrestato e si trasferirà in un’altra località, dove potrà proseguire la sua discutibile opera di giustizia. Campione di incassi e di quella che viene definita la maggioranza silenziosa.

Quella sporca Dozzina_s

Un film di Robert Aldrich. Con Lee Marvin, Ernest Borgnine, Charles Bronson, Jim Brown, John Cassavetes. Titolo originale The Dirty Dozen. Drammatico, durata 150 min. – USA 1967. MYMONETRO Quella sporca dozzina * * * 1/2 - valutazione media: 3,63 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

A dodici militari condannati a morte per reati gravi viene offerta una possibilità di salvezza: partecipare ad una pericolosa missione nella Francia occupata dai tedeschi al comando del maggiore Reisman. Quest’ultimo riesce a fare di quel gruppo di delinquenti una pattuglia legata da un vero spirito di corpo, e la missione riesce: gli ufficiali tedeschi saltano in aria insieme al castello che li ospitava. Ma della pattuglia di disperati soltanto uno torna a casa.

Sospetti.In.Famiglia.Family.Of.Cops.1995.iTALiAN.DVDRip.XviD-TRL_s

Un film di Ted Kotcheff. Con Charles Bronson, Angela Featherstone, Sebastian Spence, Kate Trotter, Lesley-Anne Down Azione, durata 87 min. – Canada, USA 1995. MYMONETRO Sospetti in famiglia * * - - - valutazione media: 2,00 su 1 recensione.

Il film si apre con dieci minuti di montaggio alternato con cui seguiamo più storie, ambientate in una città americana: la scoperta del cadavere di un sacerdote nel confessionale di una chiesa; una ragazza preoccupata perché la sorella non rientra a casa dopo una notte di svago; un ragazzino rinchiuso in galera. Iniziano le indagini sull’omicidio del parroco – capeggiate da un esperto ispettore (Charles Bronson, appesantito e in là con l’età) – e da due giovani detective, un uomo e una donna. Come per la maggior parte delle spy-stories, le sequenze si alternano fino a confluire per permettere allo spettatore di seguire gli indizi e di risolvere il caso, tenendo presente che l’ombra dell’eterno nemico degli Stati Uniti – la Russia o ex Unione sovietica – aleggia su tutte le vicende raccontate.
Molti personaggi sono ambigui: le figure femminili sono più dark-ladies che vittime del crimine; il ragazzino è un delinquente freddo e pieno di rabbia. L’ambientazione è metropolitana: la città non è ben definita e, quindi, potrebbe essere una qualsiasi città occidentale di oggi, permeata da una continua tensione e da un clima di paura (non c’è protezione dalla violenza nemmeno in un luogo sacro), paura che coinvolge tutti: adulti, bambini, giovani e meno giovani. La regia, televisiva, presenta pochi movimenti di macchina, inquadrature e montaggio che si ripetono in forme sempre uguali e, su ogni immagine, una colonna sonora cupa e angosciante.
Va bene non svelare tutto e subito agli spettatori per renderli partecipi della visione, ma la narrazione risulta troppo frammentata e il ritmo lento, nonostante qualche scena d’azione, come se si volesse dare importanza all’analisi psicologica dei personaggi oppure a una riflessione di tipo sociologico; ma un conto sono le intenzioni, un altro è risultato.

I MAGNIFICI SETTE - 1960_s

Un film di John Sturges. Con Yul Brynner, Eli Wallach, Steve McQueen, Charles Bronson, Robert Vaughn. Titolo originale The Magnificent Seven. Western, durata 126 min. – USA 1960. MYMONETRO I magnifici sette * * * * - valutazione media: 4,29 su 20 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un gruppo di cowboys viene assoldato per difendere un villaggio messicano dalle scorrerie del bandito Calvera e della sua banda. Gli uomini, sette in tutto, compiono il loro mandato, sconfiggendo la banda dopo varie vicende e cruenti scontri. Quattro mercenari perdono la vita. Un sacrificio che vale la libertà di una intera comunità. Remake del magistrale I sette samurai, questo anomalo western è un parente non indegno del film di Kurosawa. La trama, quasi identica nella scansione degli episodi, ha una plausibile ambientazione e il villaggio messicano non è dissimile da quello del Giappone medievale rappresentato nel capostipite. Se nel film originale i caratteri e l’ambiente traevano giovamento dalla sorpresa causata dall’emergente cinema giapponese con tutto l’armamentario culturale imperniato sulla ritualità e l’impeto belluino dei personaggi, nel film di Sturges vengono riproposti gli archetipi di comportamento della liturgia western e non. Ma con un elemento innovativo: la coscienza di una sconfitta morale da parte dei mercenari. Un finale affatto consolatorio è la conferma di questa intenzione. Western adulto quindi, ma senza ombra di snobismo. Lo spirito di avventura che anima la pellicola è a tratti entusiasmante, come la miscela di attori, quasi tutti in odore di divismo, a parte il già affermato Yul Brynner. Sturges è per molti versi assimilabile nelle intenzioni a Raoul Walsh, con una tenuta tecnica forse superiore e una minore disinvoltura. Un regista dotato e sottovalutato, specie per la sua capacità di rendere giustizia al pubblico con prodotti ineccepibili sul piano dell’intrattenimento. Colpa gravissima negli anni in cui imperversava in Europa la cultura criptomarxista. I magnifici 7viene talvolta riproposto in televisione nell’aberrante versione “scannata”, cioè a tutto schermo e con il taglio dei due lati del fotogramma.

L'ultimo Apache - 1954 - SatRip_s

Un film di Robert Aldrich. Con Burt Lancaster, Jean Peters, John McIntire, Charles Bronson, John Dehner. Titolo originale Apache. Western, durata 91′ min. – USA 1954. MYMONETRO L’ultimo apache * * * 1/2 - valutazione media: 3,63 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

1886: dopo la resa di Geronimo e dei suoi guerrieri, il giovane Massai continua da solo la lotta finché si rassegna a trasformarsi in contadino e a sposarsi. Il 1° dei 6 western di Aldrich e, forse, il più bello, certamente il più vigoroso, quello in cui il discorso filoindiano è più esplicito. Ricco di invenzioni, con un Lancaster solido come una roccia. Una delle più belle e significative carrellate del cinema hollywoodiano. Finale imposto dalla produzione, cioè da Lancaster: Aldrich lo voleva meno ottimista. Buchinsky è Bronson.

C'era una volta il west - Sergio Leone_s

film di Sergio Leone. Con Charles Bronson, Henry Fonda, Claudia Cardinale, Jason Robards, Gabriele Ferzetti. Western, Ratings: Kids+13, durata 167′ min. – Italia 1968. MYMONETRO C’era una volta il West * * * * - valutazione media: 4,21 su 108 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Cinque personaggi si affrontano intorno a una sorgente: Morton (Ferzetti), magnate delle ferrovie, ha bisogno dell’acqua per le sue locomotive e fa eliminare i proprietari legittimi, i McBain, dal suo feroce sicario Frank (Fonda); Jill (Cardinale), ex prostituta, vedova di un McBain; il bandito Cheyenne (Robards), accusato della strage dei McBain; l’innominato dall’armonica (Bronson) che vuole vendicare il fratello (Wolff), assassinato da Frank e i suoi sgherri. Su un soggetto scritto dal regista con Dario Argento e Bernardo Bertolucci e sceneggiato con Sergio Donati, è una sorta di antologia del western in negativo in cui si ricorre ai suoi più scalcinati stereotipi. 3 attori americani di scuole diverse e il più famoso dei 3 (Fonda) scelto contro la parte. Il set non è più l’Andalusia, ma la Monument Valley di John Ford. In un film ricco di trasgressioni, Leone dilata madornalmente i tempi drammaturgici, contravvenendo alla dinamica del genere. Sotto il segno del titanismo si tende al teatro d’opera e alla sua liturgia. Dall’epica del treno, della prima ferrovia transcontinentale, si passa alla trenodia, al canto funebre sulla morte del West e dello spirito della Frontiera. Come in Sam Peckinpah.

La tortura della freccia S.FULLER 1957_s

Un film di Samuel Fuller. Con Rod Steiger, Charles Bronson, Ralph Meeker, Sara Montiel. Titolo originale Run of the Arrow. Western, durata 86′ min. – USA 1957. MYMONETRO La tortura della freccia * * * - - valutazione media: 3,25 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Dopo la guerra di Secessione un soldato sudista se ne va di casa e, rifiutando gli Yankees e gli Stati Uniti, cerca di diventare un pellerossa Sioux. Il migliore, il più barocco e compiuto dei 4 western di Fuller. A un contesto storico minuziosamente ricostruito si oppone un racconto in prima persona di una soggettività dilaniata e tormentata. “Per Fuller soltanto questa conoscenza degli estremi può favorire la nascita di un eventuale umanesimo” (J. Lourcelles). Prodotto dalla RKO e distribuito dalla Universal.

Un film di René Clément. Con Gabriele Tinti, Charles Bronson, Marlène Jobert Titolo originale Le passager de la pluie. Giallo, Ratings: Kids+13, durata 119′ min. – Francia 1970. MYMONETRO L’uomo venuto dalla pioggia * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un uomo aggredisce una donna e la violenta. Lei lo uccide, butta il cadavere in mare e pensa di averla fatta franca. M. Jobert è brava, C. Bronson ha grinta, la regia di Clément è brillante, ma come giallo è macchinoso, come dramma psicologico non convince. L’atmosfera c’è, la suspense anche. Scritto da Sébastien Japrisot, da un suo romanzo