Category: Film dal 1930 al 1939


Risultati immagini per Voglio danzare con te


Un film di Mark Sandrich. Con Edward Everett Horton, Fred Astaire, Ginger Rogers, Eric Blore Titolo originale Shall We Dance. Commedia musicale, b/n durata 116′ min. – USA 1937. MYMONETRO Voglio danzare con te * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Ballerino russo e star del musical si sposano solamente per poter divorziare e chiudere la bocca una volta per tutte alle malelingue che li credono sposati. S’innamorano davvero. I momenti cantati (grazie alle musiche di George e Ira Gershwin) valgono paradossalmente più di quelli danzati.

Photobucket Pictures, Images and Photos

Un film di Mark Sandrich. Con Fred Astaire, Ginger Rogers, Edward Everett Horton, Helen Broderick. Titolo originale Top Hat. Musicale, b/n durata 99′ min. – USA 1935. MYMONETRO Cappello a cilindro * * * * 1/2 valutazione media: 4,64 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Ballerino e impresario vanno a Venezia a raggiungere la moglie del secondo. In viaggio, il ballerino corteggia una bella non sapendo che è proprio la moglie dell’impresario. Equivoci a catena. Tutti gli ingredienti che caratterizzano i film con la coppia Astaire-Rogers qui ci sono, e al meglio, con eleganza, sentimento e la magistrale bravura dei 2 ballerini. Canzoni di Irving Berlin, coreografie di Hermes Pan, ma sarebbero da citare tutti.

Sabotaggio - 1936 (DVD) - DVD - Film di Alfred Hitchcock Giallo | IBS

Un film di Alfred Hitchcock. Con Sylvia Sidney, John Loder, Oscar Homolka, Desmond Tester. Titolo originale Sabotage. Spionaggio, b/n durata 76 min. – Gran Bretagna 1936. MYMONETRO Sabotaggio * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Lo spione di turno è il proprietario di un cinema londinese. Ottima libera trasposizione de L’agente segreto di Conrad, girata da Hitchcock in patria prima del trasferimento a Hollywood.

Locandina La signora scompare
 
Un film di Alfred Hitchcock. Con Paul Lukas, Michael Redgrave, Margaret Lockwood, Dame May Whitty.Titolo originale The Lady Vanishes. Spionaggio, b/n durata 97 min. – Gran Bretagna1938. MYMONETRO La signora scompare ***-- valutazione media: 3,45 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
 
Durante un viaggio in treno dai Balcani verso Londra, Iris Henderson (Margaret Lockwood), una giovane inglese, si mette alla ricerca di un’anziana signora, Miss Froy, conosciuta durante il viaggio e poi misteriosamente scomparsa. Tutti i passeggeri, così come il personale di bordo, negano di averla mai vista, e cercano di convincere la ragazza che si tratta di un frutto della sua immaginazione. Sempre più allarmata, Iris si imbatte in Gilbert Redman (Michael Redgrave), un giovane studioso di musiche popolari con il quale la sera precedente aveva avuto un vivace battibecco, che però cerca di aiutarla. Le indagini alla fine aiuteranno a svelare il mistero: il treno è pieno di spie, e Miss Froy, che è un agente segreto, è stata catturata, e alla fine tutti i passeggeri si ritroveranno a Scotland Yard. Questa commedia nera costituisce l’unico caso in cui Hitchcock prestò esplicitamente la sua attenzione alla politica che, nel periodo, attanagliava l’Europa a causa dall’insorgenza del nazismo. E’ infatti uno dei suoi rari film situati in un preciso contesto storico, l’immediato anteguerra pieno di minacce e ambiguità. Schierato su posizioni interventiste, Hitchcock approfitta degli ostacoli che l’eroina incontra e che nutrono la suspense del film, per denunciare l’indifferenza e l’egoismo delle scelte politiche inglesi.
 
Il principe e il povero (1937) | FilmTV.it

Un film di William Keighley. Con Claude Rains, Errol Flynn, Billy Mauch, Bobby Mauch Titolo originale The Prince and the Pauper. Fantastico, b/n durata 120 min. – USA 1937. MYMONETRO Il principe e il povero [1] * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nella fantasiosa vicenda si racconta che il piccolo erede al trono d’Inghilterra incontra un ragazzo poverissimo, suo sosia, col quale scambia i vestiti. A causa di ciò lo sconosciuto sta per essere incoronato al suo posto nonostante le veementi proteste. All’ultimo istante l’autentico principe reduce da pericolose avventure potrà farsi riconoscere.

Sherlock Holmes - Il Mastino Dei Baskerville - DVD.it

L’intellligenza deduttiva del più noto investigatore della letteratura, Sherlock Holmes, si misura contro
criminali geniali e terribili, e insieme al suo fedele assistente Watson deve affrontare intricatissimi casi
ambientati nella misteriosa Londra di fine ‘800. La migliore trasposizione cinematografica è certamente la
serie prodotta dalla 20th Century Fox, poi proseguita dalla Universal, in cui l’acume investigativo di Holems
ha il volto dell’attore inglese Basil Rathbone, accompagnato dall’amico Watson che qui ha il volto di Nigel
Bruce. Tratti dai romanzi più celebri di Sir Arthur Conan Doyle i 14 film presentati in questo imperdibile box
da collezione rappresentano l’intera serie dedicata a Sherlock Holmes.

View full article »
Il Signor Max: Amazon.it: Noris/Casaleggio, Noris/Casaleggio: Film e TV

Regia di Mario Camerini. Un film Da vedere 1937 con Vittorio De SicaAssia NorisVirgilio RientoUmberto MelnatiRomolo CostaGiuseppe PierozziCast completo Genere Commedia – Italia1937durata 86 minuti.

Gianni (De Sica), edicolante romano, aspira a frequentare il bel mondo e, sotto il nome di Max, conduce una doppia vita. S’innamora di una istitutrice che nutre sul suo conto ragionevoli sospetti. Scritta con Mario Soldati, è una commedia dal ritmo perfetto, tipica dei “telefoni bianchi”, basata com’è sul classico scambio dei ruoli e dei personaggi. Regista dai mezzi toni, Camerini riscatta il moralismo della storia (il confronto tra la sana piccola borghesia e la vacua aristocrazia) con giusta dosatura di ironia e sentimento. Premiato a Venezia per la regia. Rifatto come Il conte Max nel 1957 con Alberto Sordi e nel 1991 con Christian De Sica.

Come le foglie (1938) - Streaming, Trailer, Trama, Cast, Citazioni

Regia di Mario Camerini. Un film Da vedere 1934 con Nino BesozziMimì AylmerIsa MirandaCesare BettariniRomolo CostaAchille MajeroniCast completo Genere Drammatico – Italia1934durata 80 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Dopo un tentato suicidio, figlia di un industriale travolto da crollo finanziario, accetta di sposare laborioso cugino, unico sostegno di una famiglia alla deriva. Tratto da una famosa commedia (1900) di Giuseppe Giacosa (già filmata nel 1916) è uno dei meno originali, ma dei più compatti e armonici film di Camerini. Riscritto completamente nei dialoghi, è fedele allo spirito.

Un film di Richard Thorpe. Con Maureen O’Sullivan, Johnny Weissmuller Titolo originale Tarzan Escapes. Avventura, b/n durata 95 min. – USA 1936. MYMONETRO La fuga di Tarzan * * 1/2 - -valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Tarzan viene catturato da alcuni bianchi, parenti della sua compagna, e rinchiuso in una gabbia, ma riesce a liberarsi e a punire i cattivi che gli stavano portando via la donna.

Un film di William A. Seiter. Con Shirley Temple, Robert Young, Alice Faye, Eugene Pallette, Helen Westley.Titolo originale Stowaway. Commedia, b/n durata 86 min. – USA 1936. MYMONETROCin-Cin * * - - - valutazione media: 2,25 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un milionario sposa una quasi sconosciuta per poter adottare, come stabiliscono le leggi vigenti in Cina, un’orfanella raccolta in quel paese. La bimba farà in modo che il matrimonio fasullo diventi un matrimonio d’amore.

Cesar - Film (1936) - MYmovies.it

Regia di Marcel Pagnol. Un film Da vedere 1936 con Pierre FresnayRaimuFernand Charpin. Titolo originale: César. Genere Commedia – Francia1936durata 135 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

È la 3ª parte di una trilogia aperta da Marius (1931), di Alexander Korda, e continuata da Fanny (1932), prodotto dallo stesso M. Pagnol con la regia di Marc Allégret. Mentre i primi 2 derivavano da 2 copioni teatrali (1929, 1931), César è stato scritto per il grande schermo e poi portato sul palcoscenico. L’azione comincia vent’anni dopo la fine di Fanny . Panisse muore e il suo figlio ventenne, Césariot, apprende dalla madre che il suo vero padre è Marius. Va a Tolone per conoscerlo. Con il consenso del vecchio César e del giovane Césariot Fanny e Marius finalmente si sposano. Si conclude così una saga familiare, tribale e regionale in cui M. Pagnol esprime il suo mondo poetico altalenando il particolare e l’universale, l’emozione e il distacco ironico. Quasi tutto passa attraverso i dialoghi: i suoi personaggi, loquaci e mentitori, parlano per esprimere i loro sentimenti quanto per nasconderli. Il film esiste in 2 edizioni: di 165 minuti e di 135. La 2ª non è soltanto la versione scorciata della prima, ma contiene alcune sequenze nuove. Messe insieme le 2 versioni, la durata sarebbe di 185 minuti circa.

Regia di Marcel Carné. Un film con Françoise RosayMichel SimonLouis JouvetJean-Pierre AumontJean-Louis BarraultCast completo Titolo originale: Drôle de drame. Genere Comico – Francia1937durata 84 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Scritto da Jacques Prévert dal romanzo The Lunatic at Large of His First Offence di J. Storer Clouston. Londra, primi anni del Novecento. Il botanico Molyneux (Simon) e lo scrittore di gialli Chapel sono la stessa persona. Il primo è ingiustamente accusato di uxoricidio, il secondo indaga sul caso finché s’imbatte in un assassino di macellai (Barrault) che intende ucciderlo. 2° film di Carné e nascita di un quartetto che lascerà un segno nella storia del cinema francese: Prévert sceneggiatore-Carné regista-Jaubert musicista-Trauner scenografo. Un cast straordinario. 23 giorni di riprese. Un cocktail perfetto di comicità, senso dell’assurdo, paradosso. Quando uscì fu un fiasco, anche critico. Vent’anni dopo era già un film mitico. Un sottotesto anarchico e libertario, tipicamente prevertiano, dove si prendono di mira le colonne dell’ordine costituito: borghesia, polizia, clero.

Terra senza pane (1933) - Film - Movieplayer.it

Regia di Luis Buñuel. Un film Titolo originale: Las Hurdes/Tierra sin pan. Genere Documentario – Spagna1932durata 28 minuti. Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 4 recensioni.

Suggerito dalla tesi di laurea di Maurice Legendre, è un documentario sulla zona montagnosa delle Hurdes, nel villaggio di Alberca, un centinaio di km a sud-ovest di Salamanca, una delle regioni più povere e arretrate della Spagna, abitata da gente che la miseria, le malattie (malaria, cretinismo), gli incesti hanno ridotto a larve subumane. In questo film di contrasti (fotografia di Eli Lotar) la violenza delle immagini, degne di Goya, ha come contrappunto l’apparente indifferenza del commento del poeta Pierre Unik e la musica di Brahms (4ª Sinfonia op. 98 in mi min.). “Lo considero più importante di L’âge d’or perché… contiene tutti i furori di Luis, tutte le sue ossessioni, tutte le sue ragioni di lotta” (M. Oms, 1961). Proibito dal governo repubblicano perché disonorava la Spagna e denigrava gli spagnoli, ebbe una colonna sonora soltanto nel 1937 quando, acquistato da Pierre Braumberger, fu distribuito in Francia. Nello stesso anno Ramon Acín, anarchico di Huesca che figura come produttore, fu fucilato dai franchisti.

Regia di Luis Buñuel. Un film Da vedere 1930 con Gaston ModotLya LysMax Ernst. Genere Fantastico – Francia1930durata 65 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 – MYmonetro 4,07 su 2 recensioni tra criticapubblico e dizionari.

2° film surrealista di Buñuel, ideato con Salvador Dalí come Un chien andalou (1929), non ha una continuità narrativa anche se vi si possono individuare un prologo, un epilogo e un filo conduttore, l’amore folle che butta l’uno nelle braccia dell’altra un uomo (G. Modot) e una donna (L. Lys) che non potranno unirsi mai. Disponibile scena per scena alle più varie interpretazioni e in linea con l’ideologia surrealista, è un pamphlet visionario contro i pilastri della borghesia capitalista (la Chiesa, lo Stato, l’esercito) e sostiene che soltanto la forza sovversiva del desiderio e dell’amore è accettabile. Lo fa con invenzioni visive fondate sull’esasperazione, l’indegnità, l’assurdo, pur rifiutando, in nome di un realismo “oggettivo”, i procedimenti formali dell’avanguardia del tempo. “… è un’opera fortemente tesa alla creazione di un nuovo linguaggio, un linguaggio articolato secondo i dettami del Secondo Manifesto del Surrealismo di cui Buñuel e Dalí furono tra i firmatari e che è contemporaneo al film.” (Auro Bernardi). Finanziato dal visconte Charles de Noailles che rischiò la scomunica, fu proiettato per 6 giorni allo Studio 28 di Parigi, bersaglio di un’incursione di squadristi di destra che lo devastarono. Pochi giorni dopo il prefetto Chiappe lo vietò. Uscì in pubblico soltanto nel 1950 a New York e nel 1951 a Parigi.

Cime tempestose un film di William Wyler, con Merle Oberon

Un film di William Wyler. Con David Niven, Merle Oberon, Laurence Olivier, Flora Robson, Miles Mander. Titolo originale Wuthering Heights. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 103′ min. – USA 1939. MYMONETRO La voce nella tempesta * * * * - valutazione media: 4,48 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Dal romanzo Cime tempestose (1847) di Emily Brontë. Grande amore, avvelenato dalla vendetta, tra il selvaggio Heathcliff, trovatello adottato dal padre di Cathie, e la bella, intrepida ragazza che sposa un ricco proprietario della zona, ma muore d’amore per il fratellastro. La selvaggia potenza del romanzo della Brontë è un po’ troppo addomesticata. Gli sceneggiatori ne hanno impoverito l’intensità e attutito il romanticismo gotico, ma il film rimane egualmente memorabile. Robusta interpretazione di Olivier. 7 nomination e 1 solo Oscar alla fotografia di Gregg Toland. Rifatto nel 1970 da Robert Fuest e nel 1985 in Francia con la regia di J. Rivette.

Locandina Lady Lou - La donna fatale

Un film di Lowell J. Sherman. Con Cary Grant, Gilbert Roland, Noah Beery, Mae West, Owen Moore. Titolo originale She Done him Wrong. Commedia, b/n durata 66 min. – USA 1933.

Il film è la trasposizione cinematografica di una commedia scritta e rappresentata in teatro da Mae West nel 1928, dal titolo Diamond Lil. La storia ruota attorno ad una cantante affascinante e civettuola, che gestisce un night club, non sapendo di alcuni loschi traffici che avvengono al suo interno per opera di alcuni suoi soci non molto raccomandabili. Un giovane poliziotto in incognito attira la sua attenzione, e la donna si mostra più che disponibile ad un possibile rapporto con lui, ma lui invece si mostra insensibile al suo fascino provocante. Si tratta del miglior film interpretato dalla diva Mae West, che qui ha ampia opportunità di dimostrare la sua intramontabile verve, piazzando qua e là piccanti freddure e allusioni; alla domanda «Nessun uomo l’ha mai fatta felice?», lei risponde «Sicuro. Un sacco di volte». Accanto all’attrice un giovanissimo Cary Grant.

Locandina Quarantaduesima strada

Un film di Lloyd Bacon. Con Dick Powell, Warner Baxter, Ginger Rogers, Una Merkel. Titolo originale 42nd Street. Musical, b/n durata 89′ min. – USA 1933. MYMONETRO Quarantaduesima strada * * * * - valutazione media: 4,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Tra difficoltà economiche e incidenti vari, un regista (Baxter) di Broadway impiega cinque settimane di prove all’allestimento di Pretty Baby, spettacolo di rivista. Alla vigilia della prima la soubrette (Daniels), ubriaca, si sloga una caviglia. Prende il suo posto una ballerina di prima fila (Keeler). Tutti in ansia. Un archetipo del musical sulla preparazione di uno spettacolo con ingredienti aneddotici che poi sarebbero diventati stereotipi. Tutto concorse alla felice riuscita del film, ispirato a un romanzo di Bradford Ropes: la sceneggiatura di efficace ritmo narrativo e ricca di riferimenti al contesto socio-economico della Depressione; una regia vigorosa e accorta; un’agguerrita compagnia di interpreti; le canzoni di Al Dubin e Harry Warren; la fotografia di Sol Polito e soprattutto i numeri di danza di Busby Berkeley (1895-1976) che per la 1ª volta ebbe modo di mettere a punto i suoi congegni coreografici in piena libertà dinamica, svincolandosi dalle pastoie teatrali del palcoscenico, specialmente nel numero “42nd Street”. Per l’energia che irradia, l’armonia delle sue componenti, l’onestà realistica nel descrivere i retroscena è il miglior musical Warner degli anni Trenta. Contribuì a lanciare D. Powell e R. Keeler, moglie di Al Jolson.

All'ovest niente di nuovo, attori, regista e riassunto del film

Un film di Lewis Milestone. Con Louis Wolheim, Lew Ayres, John Wray, Arnold Lucy, Ben Alexander. Titolo originale All Quiet on the Western Front. Guerra, Ratings: Kids+13, b/n durata 105′ min. – USA 1930. MYMONETRO All’Ovest niente di nuovo * * * * 1/2 valutazione media: 4,67 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Dal romanzo (1929) di Erich Maria Remarque: nel 1914, istigati da un loro insegnante, alcuni studenti tedeschi si arruolano volontari, ma presto al fronte scoprono che la guerra ha poco da spartire col coraggio, il dovere o l’etica. Un classico del cinema pacifista, distribuito in Italia soltanto nel 1956. Fu uno dei primi “colossi” del cinema sonoro. La sua forza e soprattutto la sua fama derivano da una sagace fusione delle sue componenti: il realismo della regia, la spettacolarità delle scene di battaglia, il lirismo dei dialoghi. 2 Oscar: miglior film e migliore regia. Ebbe un seguito (The Road Back, 1937, di James Whale) e un rifacimento nel 1979 con la regia di Delbert Mann, Niente di nuovo sul fronte occidentale.

Il Maggiordomo (DVD): Amazon.it: Charles Laughton, Mary Boland, Charles  Ruggles, Zasu Pitts, Roland Young, Leila Hyams, Leo McCarey, Charles  Laughton, Mary Boland: Film e TV

Un film di Leo McCarey. Con Charles Laughton, Mary Boland, Charlie Ruggles, Zasu Pitts. Titolo originale Ruggles of Red Gap. Commedia, b/n durata 92′ min. – USA 1935. MYMONETRO Il maggiordomo * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Maggiordomo inglese, ultimo di cinque generazioni di maggiordomi, entra nel 1908 a servire nella rumorosa e facinorosa famiglia di un ricco americano del West che l’ha vinto al poker. Tratta da un romanzo di Harry Leon Wilson, filmato due volte ai tempi del muto, è una commedia impagabile per ritmo, dialoghi e uno straordinario Laughton. Rifatto con Bob il maggiordomo (1950)

Locandina Cupo tramonto

Un film di Leo McCarey. Con Victor MooreBeulah Bondi Titolo originale Make Way for TomorrowDrammaticob/n durata 92 min. – USA 1937MYMONETRO Cupo tramonto * * * -- valutazione media: 3,46 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un uomo e una donna sono stati sposati tutta una vita felicemente. La povertà li costringe ad accettare la carità dei loro figli. Lui va nel West da una figlia, lei a New York da un figlio. La cosa non funziona (nonostante la buona volontà dei vecchi) e viene decisa un’ultima destinazione. Prima di separarsi di nuovo (lei andrà in un ospizio e lui presso un altro figlio) i due sposi si salutano in un luogo che li vide felici in gioventù.

Se trovate i sottotitoli metteteli nei commenti, grazie