Category: Film Anni ’80


Risultati immagini per labirinto mortale

Un film di Peter Yates. Con Kelly McGillisJeff DanielsMandy PatinkinJames Rebhorn Titolo originale The House on Carroll StreetGiallodurata 100 min. – USA 1988.

Nel 1951 una fotografa è licenziata dalla sua rivista perché sospettata di avere simpatie comuniste. La ragazza scopre però che il politicante che l’ha accusata è anche a capo di un’organizzazione che favorisce l’immigrazione clandestina in America di gerarchi nazisti in fuga. 

Continua a leggere

Risultati immagini per The Brothers Quay Collection

Made by identical twins who possess a single, and singular, vision, the stop-motion animation of the Quay brothers deserves the “astonishing” tag attached to the title of a new collection of their short films. Though born in Pennsylvania, Timothy and Stephen Quay are best known for the quintessentially European films they created in England. Inspired by Czech surrealist animator Jan Svankmajer, the brothers wear their influences on their sleeves in one of their earliest films, The Cabinet Of Jan Svankmajer, but from there they didn’t take long to refine their style. Street Of Crocodiles (1987) is an early Quay masterpiece, creating a nightmarish dystopia using actors made from found objects, wonderfully evocative miniature sets, and graceful camera techniques. (Consider the implications of performing a tracking shot with stop-motion animation and you have a sense of the craft that goes into the Quays’ work.) When these films work, as in an inexplicably moving video for the His Name Is Alive song “Are We Still Married?” (starring a melancholy, high-strung toy bunny), they work on an almost dreamlike level; trying to figure out a literal interpretation is not only difficult but distracting.

Continua a leggere

Un film di Marco Ferreri. Con Irene Papas, Philippe Léotard, Paolo Bonacelli, Massimo Foschi Storico, Ratings: Kids+16, durata 80 min. – Italia, Francia 1989. MYMONETRO Il banchetto di Platone * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Alcuni tra i maggiori autori e filosofi dell’antica Grecia – da Socrate ad Aristofane, da Febo a Pausania – disquisiscono sul dio Amore. Il film è ispirato al Simposio di Platone. Un film misconosciuto di Marco Ferreri, prodotto da France 3. Continua a leggere

Locandina italiana Il duro del Road HouseUn film di Rowdy Herrington. Con Patrick Swayze, Ben Gazzara, Kelly Lynch, Kevin Tighe, Sam Elliott. Titolo originale Road House. Drammatico, durata 108 min. – USA 1989. – VM 14 – MYMONETRO Il duro del Road House * * 1/2 - - valutazione media: 2,69 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un laureando in filosofia si diverte a fare il buttafuori in un locale notturno malfamato, il “Double Deuce”. A un certo punto però il lavoro diventa sempre più pericoloso per via degli scagnozzi di un boss malavitoso. Alla morte di un suo amico il buttafuori-laureando porrà fine con un sanguinoso scontro alle prodezze del boss. Continua a leggere

Risultati immagini per la legge di murphy 1986

Un film di J. Lee Thompson. Con Charles BronsonCarrie SnodgressRobert F. Lyons Titolo originale Murphy’s LawPoliziescodurata 100 min. – USA 1986. – VM 14

Jack Murphy, poliziotto rude, è l’indiziato numero per l’uccisione della moglie e del suo amante. Ma qualcuno gli ha sottratto auto e pistola. Arrestato, fugge dalla polizia con una ladruncola, Arabella. La vera assassina è una psicopatica, mandata in galera un tempo da Murphy, che ha deciso di uccidere tutti coloro che riteneva responsabili della sua detenzione. Nello scontro finale muoiono tutti tranne i nostri due, ormai innamorati.

Continua a leggere

Locandina Rimini RiminiUn film di Sergio Corbucci. Con Laura Antonelli, Jerry Calà, Eleonora Brigliadori, Andrea Roncato, Paolo Villaggio. Farsesco, durata 114 min. – Italia 1987. MYMONETRO Rimini Rimini * * 1/2 - - valutazione media: 2,58 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Vacanze a Rimini per tutti i tipi. Si spazia dal rigido pretore, che s’innamora di una maggiorata, a Liliana, signora desiderosa di stringere più stretti rapporti con un culturista e che poi finisce ricattata da un ragazzino. Dal giovane prete che non disdegna una suora straniera ad un trio di fratelli, protettori della sorella, Noce Bovi, rimasta vedova (almeno così pare) di uno “scomparso” che riappare più vivo che mai. Non mancano tipi ancor più pittoreschi. Continua a leggere

Un film di Bruno Corbucci. Con Corinne Cléry, Maria Rosaria Omaggio, Gianfranco D’Angelo, Enzo Garinei, Gastone Moschin. Commedia, durata 94 min. – Italia 1988. MYMONETRO Rimini Rimini un anno dopo * * - - - valutazione media: 2,38 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un dongiovanni si finge omosessuale per poter avvicinare più facilmente una bella ragazza che gli resiste. Un tipo da spiaggia ormai anziano è messo KO da un’indigestione. Uno strozzino finanzia, senza saperlo, l’avventura extraconiugale della sua consorte. Infine due coniugi meridionali sono costretti, contro tutti i loro principi, allo swopping (lo scambio dei partner). Tutto a Rimini, in un’estate qualunque. Continua a leggere

Locandina BirdUn film di Clint Eastwood. Con Forest Whitaker, Diane Venora, Samuel Bottoms, Sam Robards. Drammatico, durata 163 min. – USA 1988. MYMONETRO Bird * * * 1/2 - valutazione media: 3,68 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

La vita di Charlie Parker, il sassofonista jazz più famoso, inventore del be-bop assieme a Dizzy Gillespie. Parker morì a 35 anni nel 1955, divorato dall’alcol e dalla droga. Clint Eastwood stupisce tutti con la regia di questo film notevole per sensibilità, vigore, puntigliosa ricostruzione (anche musicale). Continua a leggere

Locandina La scelta di SophieUn film di Alan J. Pakula. Con Kevin Kline, Meryl Streep, Peter McNicol, Peter MacNicol, Josef Sommer. Titolo originale Sophie’s Choice. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 157 min. – USA 1982. MYMONETRO La scelta di Sophie * * * 1/2 - valutazione media: 3,54 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

La scelta di Sophie, ebrea ex internata in un campo di sterminio nazista, fu quella di abbandonare al suo destino la figlioletta per salvare se stessa e l’altro figlio, divenendo collaboratrice del comandante del lager di Auschwitz. Una scelta che ha segnato angosciosamente la sua vita, e che racconta, dopo la guerra, a Stingo, uno scrittore coinquilino nella casa in cui abita a New York, che è diventato amico suo e del marito, un geniale ma nevrotico intellettuale. Lo strano ménage a tre continua finché Sophie, dopo essersi concessa allo scrittore innamoratosi di lei, si suicida insieme al marito. Continua a leggere

Risultati immagini per Lunga Vita alla SignoraUn film di Ermanno Olmi. Con Marco Esposito, Simona Brandalive, Stefania Busarello, Graziella Menichelli, Luciano Rossi. Commedia, Ratings: Kids+16, durata 105′ min. – Italia 1987. MYMONETRO Lunga vita alla signora! * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Sei ragazzi allievi di una scuola alberghiera fanno il praticantato in un lussuoso hotel di montagna per un banchetto in onore di una vecchia signora. Gli invitati sono personalità della finanza, della politica, della cultura. Nella scala gerarchica della società di cui il pranzo è un emblema la signora è in cima e i suoi camerieri in fondo. All’alba del giorno dopo Licenzio, uno dei sei, lascia l’hotel come si fugge da una prigione. È il 1° film espressionista di Olmi che vi tenta la corda per lui inedita del grottesco, una favola fredda, intransigente, dura nel giudizio, scostante sebbene strappi più di una risata e sia pervasa da una pudica tenerezza per i giovani servitori. Continua il discorso sul Potere di Camminacammina. Nonostante la Musique de table (1733) di G.Ph. Telemann, è poco settecentesco, molto irrigidito, troppo metaforico con estrosi spunti felliniani. È il film del rientro sul set, dopo una lunga malattia, di Olmi che, come il solito, ne cura la fotografia (Eastmancolor), con l’aiuto di Maurizio Zaccaro, e il montaggio. Collaboratore al suono suo figlio Fabio e segretaria di edizione sua figlia Elisabetta. Prodotto da RAI, Cinemaundici e Istituto Luce. Continua a leggere

Locandina italiana Palla da golfUn film di Harold Ramis. Con Chevy Chase, Rodney Dangerfield, Ted Knight, Michael O’Keefe, Bill Murray. Titolo originale Caddyshack. Commedia, durata 99 min. – USA 1980. MYMONETRO Palla da golf * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Un miliardario vuole trasformare un percorso di golf in un’area di sviluppo, ma il presidente del club annesso non è della stessa idea. Tra i ricchi ed eccentrici soci del club, e i meno eccentrici e danarosi portamazze, c’è Danny, un caddie che è disposto a tutto pur di guadagnare i soldi necessari a mantenersi al college. A tratti ricalca vicende avvenute nella vita reale di Bill Murray, in una delle sue prime prove cinematografiche. Continua a leggere

Risultati immagini per Il Tempo delle Mele locandina

Filmoni oggi qui sul blog… Continua a leggere

Locandina Ernesto salva il NataleUn film di John R. Cherry III. Con Jim Paolo, Oliver Clark, Douglas Sales Titolo originale Ernest Saves Christmas. Commedia, durata 95 min. – USA 1988. MYMONETRO Ernesto salva il Natale * * - - - valutazione media: 2,00 su 1 recensione.

Ernest deve aiutare Santa Claus ad avere un successore altrimenti non esisterà più il Natale. Continua a leggere

Risultati immagini per Nightmare - Dal profondo della NotteUn film di Wes Craven. Con John Saxon, Nick Corri, Amanda Wyss, Johnny Depp, Robert Englund. Titolo originale A Nightmare on Elm Street. Horror, durata 92 min. – USA 1984. – VM 18 – MYMONETRO Nightmare – Dal profondo della notte * * * 1/2 - valutazione media: 3,78 su 60 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Una notte, una ragazza si sveglia terrorizzata dopo un incubo: ha sognato che un mostro dalla mano artigliata tentava di ucciderla. Anche la sua migliore amica ha fatto lo stesso sogno e l’incubo diventa presto realtà. Il primo film della nota serie horror che ha lanciato Wes Craven come piccolo maestro del genere. Freddy Krueger, il mostro dalla mano-artiglio, è da anni lo spauracchio preferito degli americani. Continua a leggere

Risultati immagini per Skin DeepUn film di Blake Edwards. Con Vincent Gardenia, John Ritter, Robert Arthur, Nina Foch, Denise Crosby. Titolo originale Skin Deep. Commedia, durata 101 min. – USA 1989. MYMONETRO Skin Deep – Il piacere è tutto mio * * * - - valutazione media: 3,29 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Uno scrittore è un inguaribile sottaniere. Invano cerca di combattere il suo dongiovannismo per restare fedele alla moglie che ama molto. Finisce che il suo matrimonio se ne va a rotoli. Pazienza. Donne ce ne sono tante al mondo. E tutte apparentemente disponibili per un simpatico scrittore senza (evidenti) problemi economici. Continua a leggere

Un film di Nikita Mikhalkov. Con Marthe Keller, Marcello Mastroianni, Silvana Mangano, Elena Safonova, Isabella Rossellini. Commedia, Ratings: Kids+16, durata 117′ min. – Italia, URSS 1987. MYMONETRO Oci ciornie * * 1/2 - - valutazione media: 2,92 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Romano è un uomo che, dopo aver mentito una volta, non può più fermarsi. Quando gli arriva l’occasione in cui la felicità dipende solo dalla sua capacità di aver fiducia nel prossimo, non può farlo e la felicità gli sfugge. È una commedia divertente ma anche commovente, malinconica, ironica. Come dev’essere Čechov. Ammirevole per varietà di toni, ricchezza di invenzioni, direzione di attori. È l’ultimo film della Mangano. Squisita. Premio a Cannes per Mastroianni. Scritto dal regista con Alexander Adabascian (anche scenografo) e S. Cecchi D’Amico.

Locandina italiana Sul lago doratoUn film di Mark Rydell. Con Jane Fonda, Henry Fonda, Katharine Hepburn, Dabney Coleman, Chris Rydell. Titolo originale On Golden Pond. Sentimentale, durata 109 min. – USA 1981. MYMONETRO Sul lago dorato * * * - - valutazione media: 3,25 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Due vecchi sposi si ritirano nella tranquillità della loro casa sul lago. Lui sta per compiere ottant’anni e, per festeggiarlo, arriva anche la figlia divorziata, accompagnata dal “fidanzato” e dal figlio di lui, un ragazzino apparentemente intrattabile che viene poi lasciato in compagnia dei “nonni”. I rapporti tra l’adolescente e gli anziani ospiti sono inizialmente difficili, ma l’ostilità si trasforma in una bellissima amicizia. Film delicatissimo, forse, a tratti, troppo zuccheroso che ha fruttato a Henry Fonda l’Oscar poco prima della morte. Continua a leggere

Locandina La capraUn film di Francis Veber. Con Gérard Depardieu, Pierre Richard, Pedro Armendáiz Titolo originale La chèvre. Commedia, durata 91 min. – Francia 1981. MYMONETRO La capra * * * - - valutazione media: 3,11 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Una ragazza di ricchissima famiglia viene rapita in Messico; le indagini della polizia e di un detective privato non portano a nulla. Uno psicologo ha allora un’idea geniale: visto che la ragazza è sempre stata sfortunatissima, soltanto uno sfortunato come lei potrà ritrovarla… La scelta cade su un oscuro contabile perseguitato dalla malasorte. Continua a leggere

Risultati immagini per Pioggia Nera 1989

Un film di Shohei Imamura. Con Yoshiko TanakaKazuo KitamuraEtsuko IchiharaShoichi OzawaNorihei Miki. continua» Titolo originale Kuroi AmeDrammaticodurata 123 min

6 agosto 1945. Poche ore dopo lo scoppio della bomba atomica su Hiroshima, la giovane Yasuko (Yoshiko Tanaka) attraversa la città devastata insieme allo zio Shigematsu (Kazuo Kitamura) e alla zia Shigeko (Etsuko Ichihara). Cinque anni dopo, i tre vivono insieme in un villaggio di campagna dove condividono con altri sopravvissuti uno stato di semi-emarginazione. Lo zio Shigematsu vorrebbe che Shigeko si sposasse, ma il drammatico effetto delle radiazioni comincia a farsi sentire sui loro corpi.

Giunto all’età di sessantatré anni, Shōhei Imamura si confronta con la tragedia del bombardamento atomico sul Giappone, adattando per l’occasione il romanzo Kuroi Ame (1965) di Masuji Ibuse. Più che sugli effetti immediati dell’esplosione (messi in scena nei primi minuti con efferato realismo, in una vera e propria visione infernale carica di dettagli e intuizioni scioccanti), Imamura si concentra su quelli a lungo termine, più facilmente rimossi dalla memoria collettiva. Libero dall’urgenza di una pellicola come Children of Hiroshima (1952) di Kaneto Shindō (prodotto a pochi anni dal disastro e nel pieno della Guerra di Corea), il film di Imamura ha il carattere della riflessione posata e razionale: nel bianco e nero ruvido e austero, nel rifiuto di ogni sentimentalismo e nell’incedere pudico e misurato, il film si leva come un solenne canto funebre, non privo però di una traccia di speranza. Non è difficile riscontrare, nella messa in scena rigorosa e trattenuta del dramma familiare, chiare influenze dal cinema di Yasujirō Ozu (di cui Imamura era stato in gioventù assistente alla regia), ma lo spettro della tragedia nucleare, che porta con sé un inarrestabile disfacimento fisico e psicologico, costituisce un elemento di novità che pone il film al riparo da paragoni troppo frettolosi. Tenendosi alla larga dalla retorica nazionalistica e da accuse o rivendicazioni di sorta, Imamura compone un inno struggente e universale alla dignità e alla resistenza dell’uomo. Musiche di Toru Takemitsu.

Continua a leggere

Locandina Ballando ballandoUn film di Ettore Scola. Con Cristophe Allwright, Aziz Arbia, Marc Berman, Monica Scattini Commedia, durata 112 min. – Italia 1983. MYMONETRO Ballando ballando * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

1983. Donne ed uomini entrano separatamente in una sala da ballo della periferia parigina. Hanno inizio le danze precedute dalla ricerca dei partner. Con un flashback si passa al 1936 e nello stesso locale si succederanno persone e situazioni scandite dagli anni (1940/1945/1956/1968) per poi tornare al presente.
Scola gira un film che per voglia di sperimentare potrebbe essere paragonato al suo Trevico-Torino … Viaggio nel Fiat-Nam di dieci anni antecedente. Non perché i temi siano gli stessi, ovviamente, ma perché identica è la spinta di ricerca verso un modo di fare cinema che sia innovativo ma non sterile. La fonte di ispirazione è uno spettacolo del 1980 del Théâtre du Campagnol. Il passaggio dal palcoscenico allo schermo non era privo di rischi perché tutta la capacità di coinvolgimento è data dalla musica e dalle performance fisico-mimiche degli attori e se a teatro sussiste una forma di interazione tra pubblico e interpreti questa al cinema si perde.
Scola riesce però a fare delle canzoni e dei brani musicali (in gran parte francesi per collocazione delle vicende e per esigenze di coproduzione) l’elemento di contatto con il pubblico più vasto a cui propone non solo in viaggio nel tempo ma una riflessione sul rapporto tra la vita di ognuno e i grandi sommovimenti storico-sociali. Dalla Francia colta il giorno della vittoria del Fronte Popolare si passa alla Seconda Guerra Mondiale per poi giungere alla liberazione a cui faranno seguito la guerra in Indocina, il conflitto in Algeria e i tempi del Maggio. Il tutto attraverso il ballo e l’unità di luogo di una sala che si trasforma per accogliere apparentemente nuove, ma in gran parte ritornanti, esigenze e passioni. Scola non manca di inserire omaggi al cinema (da Gabin alle riviste come “Cinévie”) ma è all’inizio e alla fine del film in cui dichiara ciò che più gli sta a cuore: la profonda tristezza per la solitudine esistenziale che attanaglia la vita dei suoi contemporanei.
Quei volti e quei gesti che il cinema può cogliere in dettaglio testimoniano di una sorta di coazione a ripetere di sguardi, avvicinamenti, corteggiamenti privi di qualsiasi vitalità in cui ognuno è ripiegato su se stesso e cerca di sopravvivere al proprio vuoto interiore. Alcuni dei bravissimi attori si trasformano così in personaggi che ricordano (pur conservando una loro originalità) quelli dell’amico Federico (Fellini). Continua a leggere