Category: Film Anni ’50


Un film di Michael Curtiz. Con Lauren Bacall, Gary Cooper, Donald Crisp, Patricia Neal Titolo originale Bright LeafDrammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 110′ min. – USA 1950. MYMONETRO Foglie d’oro * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Dal romanzo di Robert Wilders. Ricco coltivatore di tabacco fa cacciare dal paese Brant Royle che ha osato baciare sua figlia. Tempo dopo, con l’aiuto di una ex amante, Royle finanzia un nuovo progetto per la fabbricazione di sigarette, s’arricchisce, danneggiando il monopolio dei sigari, fa fallire il rivale che si dà la morte. Sua figlia, che ha sposato Royle, lo vendica. Pur con qualche languore, è un turgido melodramma che funziona, sostenuto dalla bella fotografia di Karl Freund e dall’energica regia. Nella parte di un solitario arrogante e arrivista, Cooper scopre la parte segreta del suo temperamento.

Risultati immagini per La Ninfa degli Antipodi -Un film di Mervyn LeRoy. Con Walter Pidgeon, Victor Mature, Esther Williams, Davis Brian Titolo originale Million Dollar Mermaid. Sentimentale, durata 115′ min. – USA 1952. MYMONETRO La ninfa degli antipodi * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Per guarire da un’infermità alle gambe, Annette fa molto nuoto. Si trasferisce da Sidney a Londra dove il giovane Jimmy la convince a esibirsi come nuotatrice. Successo, partenza per gli USA. Rievocazione romanzata delle brillanti imprese della famosa nuotatrice Annette Kellerman (1888-1975), americana di origine australiana che fece anche l’attrice di cinema negli anni ’10. Buoni i numeri acquatici, bella fotografia di George J. Folsey, raffinate coreografie di Busby Berkeley. Film M-G-M, naturalmente.

Continua a leggere

Risultati immagini per Tempo d'EstateUn film di David Lean. Con Rossano Brazzi, Katharine Hepburn, Isa Miranda Titolo originale Summertime. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 99′ min. – USA 1955. MYMONETRO Tempo d’estate * * 1/2 - - valutazione media: 2,86 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Avventura veneziana assai Kitsch di una zitella americana (Hepburn in gran forma) con l’amante latino già sposato (chi se non Brazzi?). Regia accurata e convenzionale di Lean per un film turistico-sentimentale che spiacque ai critici, ma ebbe un grande successo nei paesi di lingua inglese, aprendo al regista la via alle successive coproduzioni internazionali. Bella fotografia di J. Hildyard. Tratto dalla commedia The Time of the Cuckoo (1952) di A. Laurents. Musiche di Alessandro Cicognini, il compositore preferito di V. De Sica. Titolo in GB: Summer Madness.

Continua a leggere

Risultati immagini per Il Colosso d'ArgillaUn film di Mark Robson. Con Humphrey Bogart, Rod Steiger, Jan Sterling, Mike Lane, Max Baer. Titolo originale The Harder They Fall. Drammatico, Ratings: Kids+13, b/n durata 109′ min. – USA 1956. MYMONETRO Il colosso d’argilla * * * 1/2 - valutazione media: 3,63 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Ex cronista sportivo si fa coinvolgere in un’impresa disonesta da un’organizzatore per lanciare un pugile con una serie di incontri combinati. Poi si pente. Ultimo film interpretato da H. Bogart (1899-1957) che aveva già firmato per girare The God Shepherd, ma non ebbe il tempo di farlo. Un quadro realistico dell’ambiente pugilistico senza concessioni sentimentali e romantiche. Sceneggiato da Philip Yordan sulla base di un romanzo di Budd Schulberg, liberamente ispirato alla vita di Primo Carnera.

Continua a leggere

Risultati immagini per il fiume 1951Un film di Jean Renoir. Con Adrienne Corri, Esmond Knight, Thomas Breen Titolo originale The River. Drammatico, durata 95′ min. – Gran Bretagna 1951. MYMONETRO Il fiume [1] * * * - - valutazione media: 3,25 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nel Bengala, sulle rive del Gange, due ragazze inglesi s’innamorano di un ufficiale americano, mutilato di guerra, che, piuttosto di scegliere, se ne va. La vita continua. 1° film a colori (fotografia del fratello Claude) di Renoir e opera di transizione dal realismo sociale alla ricerca di narrazione “classica”. Ingiustamente rimproverato di essere un documentario lirico mancato e di mancata critica al colonialismo, è una favola esotica (il romanzo della scrittrice Rumer Godden da cui è tratto risulta poco più di un pretesto) sul rapporto tra uomo e natura nel quadro di un panteismo pagano intinto di misticismo orientale. Ampio e solenne, chiede allo spettatore adesione contemplativa più che coinvolgimento emotivo. Vi lavorò come assistente il futuro grande regista Satyajit Ray.

Continua a leggere
Locandina La lunga estate calda

Un film di Martin Ritt. Con Paul NewmanAnthony FranciosaOrson WellesJoanne WoodwardAngela Lansbury. continua» Titolo originale The Long Hot SummerDrammaticoRatings: Kids+16, durata 115 min. – USA 1958MYMONETRO La lunga estate calda 

Un giovanotto, che da molti anni vagabonda nel sud accompagnato da una sinistra (ma immeritata) fama di incendiario, trova lavoro presso un dispotico proprietario terriero. Nelle sue nuove mansioni suscita la simpatia del datore di lavoro, ma anche l’ostilità dei figli di questi, il complessato Jody e la bionda, altera Clara. In realtà la ragazza maschera in tal modo l’attrazione per il nuovo venuto.

Continua a leggere

Risultati immagini per Ultima notte a WarlockUn film di Edward Dmytryk. Con Henry Fonda, Anthony Quinn, Richard Widmark, Dorothy Malone, Dolores Michaels.Titolo originale Warlock. Western, durata 121 min. – USA 1959.MYMONETRO Ultima notte a Warlock * * * - - valutazione media: 3,47 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Dopo l’ennesimo attacco della banda dei banditi di McQuown e la conseguente umiliazione dello sceriffo locale, gli abitanti del piccolo villaggio di Warlock decidono di far intervenire Clay Blaisedell, noto mercenario dalla pistola d’oro le cui gesta riecheggiano anche in un libro di cronache. Clay arriva a Warlock assieme al compagno e mentore Tom Morgan, con il quale decide di far aprire un saloon per bere e giocare d’azzardo. Quando si presentano gli uomini di McQuown, i due giustizieri li minacciano e li fanno fuggire tutti, ad eccezione del giovane Johnny Gannon, che decide di restare in città e di smettere con furti, assalti e imboscate. Mentre gli abitanti del villaggio sono pronti a festeggiare il nuovo corso di pace e giustizia, non lontano Tom Morgan uccide un uomo durante un assalto alla diligenza condotto da parte degli uomini di McQuown, così che interviene lo sceriffo della contea più vicina per promuovere legalmente un nuovo amministratore della giustizia. Continua a leggere

Risultati immagini per La Strada dei Quartieri altiUn film di Jack Clayton. Con Laurence Harvey, Simone Signoret, Hermione Baddeley, Heather Sears Titolo originale Room at the Top. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 118′ min. – Gran Bretagna 1959. MYMONETRO La strada dei quartieri alti * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Joe Lampton, arrampicatore sociale, circuisce e sposa la figlia di ricco industriale, lasciando Alice che lo ama sinceramente. 2 Oscar: a Neil Paterson per la sceneggiatura tratta dal bel romanzo (1957) di John Braine e a S. Signoret. Il melodramma prevale sull’analisi sociale dell’Inghilterra del Nord. 1ª regia di J. Clayton, direttore della fotografia.

Continua a leggere

Un film di George Sherman. Con Audie Murphy, Felicia Farr Titolo originale Hell Bent for Leather. Western, durata 82 min. – USA 1959. MYMONETRO Duello tra le rocce * * * - - valutazione media: 3,00 su 1 recensione.

Un commerciante di cavalli arriva in un paese e viene scambiato per un bandito. Arrestato e messo in prigione, viene a sapere dallo sceriffo che la sua esecuzione è già stata fissata, anche se l’uomo di legge sa benissimo di non aver a che fare con il bandito ricercato: l’importante è impiccare qualcuno. Il commerciante riesce a fuggire, portando come ostaggio una ragazza che, saputa la storia, lo aiuta. Lo sceriffo li raggiunge con il proposito di uccidere entrambi, ma chi ci lascia le penne è proprio lui. Continua a leggere

Un film di Francesco Rosi. Con Rosanna Schiaffino, José Suarez, Nino Vingelli, Rosita Pisano, Angela Luce. Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 93′ min. – Italia 1958. MYMONETRO La sfida [1] * * * - - valutazione media: 3,00 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Ambizioso giovanotto passa dal contrabbando di sigarette all’organizzazione camorristica che controlla il mercato ortofrutticolo di Napoli, ma alza troppo la testa. Opera prima di F. Rosi, da lui sceneggiata con Suso Cecchi D’Amico ed Enzo Provenzale, in bilico tra il cinema d’azione hollywoodiano e il film di analisi politica sulla camorra. L’ardito trapianto funziona grazie alla nervosa regia, che non lascia abbassare la tensione, e alla splendida fotografia in bianconero di Gianni Di Venanzo. Premio speciale della giuria a Venezia.

Continua a leggere

Un film di Vincente Minnelli. Con Lucille Ball, Marjorie Main, Desi Arnaz, Keenan Wynn, Gladys Hurlbut. Titolo originale The Long, Long Trailer. Commedia, durata 103′ min. – USA 1954. MYMONETRO 12 metri d’amore * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

La storia, tratta da un romanzo di Clinton Twiss, si impernia sui disastri in serie cui va incontro una coppia, non più giovanissima, che decide di comprare un’enorme roulotte per farci il viaggio di nozze. Mica comoda la vita on the road. Frivola, deliziosa, buffissima commedia che, sotto le apparenze della farsa (l’unica nella carriera di Minnelli), nasconde i suoi veleni satirici. Una critica impietosa della classe media americana. Da vedere.

 

Un film di Richard Cunha. Con John Ashley, Sandra Knight, Donald Murphy, Felix Locher, Sally Todd. Titolo originale Frankenstein’s Daughter. Avventura, durata 85 min. – USA 1958. MYMONETRO La figlia di Frankenstein * * - - - valutazione media: 2,00 su 1 recensione.

L’anziano professor Morton sta elaborando una terapia contro l’invecchiamento dei tessuti e confida ardentemente sulla collaborazione di Oliver, uno studente che si mostra particolarmente attento e sollecito. Il buon Morton non sa che il giovanotto è, in realtà, il pronipote del famigerato barone Frankenstein, e che la sua devozione nasconde il proposito di riutilizzare gli insegnamenti ricevuti nel nefasto tentativo di dar vita ad un corpo artificiale ricostruito segretamente in laboratorio. Avendo necessità di cadaveri per realizzare la sua creatura, Oliver svia i sospetti della polizia somministrando a Trudy, l’ignara nipote di Morton, un siero che, periodicamente, ne altera spaventosamente le sembianze e la personalità. Raggiunto lo scopo di dar vita al mostro – un grottesco simulacro di donna – Oliver mette in atto un piano per sbarazzarsi dei padroni di casa, ma Johnny Bruder, fidanzato di Trudy, interviene appena in tempo per evitare il peggio.
Mediocre sotto tutti i punti di vista, il film conferma le limitate capacità di Richard E. Chuna, regista di pellicole come Giant from the Unknown e Missile to the Moon. Gli interpreti fanno del loro meglio per non sprofondare nel ridicolo, ma l’intreccio, simile a quello della Figlia del dottor Jeckyll, non regala alcuna emozione e i due mostri – incredibilmente brutti e goffi – non possono invocare alcuna clemenza.Titoli alternativi: La hija de Frankenstein, La fille de Frankenstein, She Monster of the Night.

 

Continua a leggere

Un film di Terence Fisher. Con Peter Cushing, Eunice Gayson, Francis Mathews, Michael Gwynn, Oscar Quitak, John Welsh, Lionel Jeffries.Titolo originale The Revenge of Frankestein. Horror,Ratings: Kids+13, durata 89 min. – Gran Bretagna 1958. MYMONETRO La vendetta di Frankenstein * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Sfuggito al capestro grazie all’aiuto di Karl, un povero storpio al quale ha promesso un nuovo corpo, il barone Victor Frankenstein si rifugia a Carlsbruck dove, sotto l’identità del dottor Stein e con l’assistenza del giovane Hans Kleve, prende a lavorare nell’ospedale cittadino. I numerosi pazienti – per lo più povera gente abbandonata a se stessa – gli forniscono abbondanza di “materia prima” per continuare gli esperimenti, e lo scienziato si accinge a ricostruire il corpo per Karl in un laboratorio segreto. L’operazione ha successo, ma la creatura, accidentalmente liberata da un’infermiera, è aggredita da un custode e riporta una grave ferita che la rende furiosa. Il mostro assale il suo creatore rivelandone a tutti l’identità e Frankenstein, tentata invano la fuga, è circondato dalla folla degli inferociti internati dell’ospedale. Kleve riesce a sottrarre lo scienziato morente e, ricostruito un corpo somigliantissimo a quello del barone, vi trapianta il cervello del moribondo… Tempo dopo, a Londra, un dottore comincia a farsi notare nell’ambiente scientifico: il suo nome è Franck, ma le sue sembianze ed il suo cervello sono quelli di Victor Frankenstein.
Jimmy Sangster e Terence Fisher continuano a alimentare la leggenda di Frankenstein senza preoccuparsi delle origini letterarie del personaggio. Per la seconda volta l’ottimo Peter Cushing ritrae il protagonista come una mente geniale ma egocentrica, che sacrifica ogni ragione etica ad un frainteso traguardo scientifico, riconducibile in realtà alla gloria e al successo personale. La creatura, interpretata da Michael Gwynn, è soltanto l’elemento necessario per sviluppare la storia verso un’inedita, originale conclusione: quel significativo ultimo scambio di corpi e cervelli che salda indissolubilmente l’identità del barone con quella della sua creatura. Prodotto da Michael Carreras e inizialmente progettato con il titolo “The Blood of Frankenstein”, il film è il sequel della Maschera di Frankenstein. Continua a leggere

Un film di Billy Wilder. Con Tyrone Power, Charles Laughton, Marlene Dietrich, Elsa Lanchester, Norma Varden. Titolo originale Witness for the Prosecution. Poliziesco, Ratings: Kids+13, b/n durata 118 min. – USA 1957. MYMONETRO Testimone d’accusa * * * * - valutazione media: 4,11 su 20 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Leonard Vole è accusato dell’omicidio di una ricca vedova ma la moglie Christine rifiuta di testimoniare in sua difesa. Leonard si rivolge allora ad un celebre e anziano avvocato, Wilfrid Robarts, le cui intuizioni sembreranno poter scagionare l’uomo. Le schermaglie legali durante le udienze del processo condurranno lo spettatore a ritmo serrato fino a un clamoroso colpo di scena finale. Un film in cui la suspence la fa da padrona, un meccanismo a orologeria tratto da una pièce teatrale di Agatha Christie, insuperata regina del genere. Un legal thriller ante litteram, che abbina tensione e colpi di scena, inganni ed equivoci. Strepitosa la prova di tutti gli attori, da Charles Laughton, ansimante e graffiante avvocato inglese, alla misteriosa Marlene Dietrich, a Tyrone Power a suo agio pur in un ruolo ambiguo per lui inconsueto. Con questo film Billy Wilder lascia la commedia sofisticata ma non rinuncia alle tematiche da lui predilette, come l’inganno e la maschera.
Negli anni ’80 ne è stato realizzato un remake, diretto da Alan Gibson, decisamente non all’altezza dell’originale. Continua a leggere

Locandina Il letto racconta...Un film di Michael Gordon. Con Rock Hudson, Thelma Ritter, Doris Day, Tony Randall, Nick Adams.  Titolo originale Pillow Talk. Commedia, Ratings: Kids+16, durata 105′ min. – USA 1959. MYMONETRO Il letto racconta… * * * - - valutazione media: 3,25 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Arredatrice trentenne e vergine detesta con tutte le sue forze il suo duplex telefonico, bello e corteggiatissimo. È la sex comedy cautamente spregiudicata, ma soltanto nei dialoghi spiritosi, che contribuì a mettere la Day e Hudson ai primi due posti della classifica dei campioni d’incasso nel 1960 e aprì la strada a molte commedie del decennio. Oscar per la sceneggiatura (Stanley Shapiro, Russell Rouse, Clarence Greene e Maurice Richlin). 1ª commedia di Hudson. Il regista ricorre spesso allo split-screen. Una volta lo fa in modo audace (per il 1959 a Hollywood): i 2 protagonisti sono immersi nelle rispettive vasche da bagno. E sembra che si tocchino con i piedi.

 

Un film di Mark Robson. Con William Holden, Fredric March, Mickey Rooney, Grace Kelly Titolo originale The Bridges at Toko-Ri. Guerra, Ratings: Kids+13, durata 103′ min. – USA 1954. MYMONETRO I ponti di Toko-Ri * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Durante la guerra di Corea, alla vigilia di una rischiosa missione, tenente dell’aviazione USA riceve la visita di moglie e figli. Terminata la missione, il suo jet è colpito dalla contraerea. Tratto da un romanzo (1953) di James A. Michener, sceneggiato da Valentine Davis, acquista spessore grazie al disegno dei personaggi. Eccitanti riprese aeree, premiate con un Oscar agli effetti speciali. Continua a leggere

Un film di Irvin S. Yeaworth jr. Con Steve McQueen, Aneta Corseaut, Earl Rowe, Olin Howlin, Alden Chase. Titolo originale The Blob. Fantascienza, durata 86′ min. – USA 1958. MYMONETRO The Blob – Fluido mortale * * 1/2 - - valutazione media: 2,58 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Proveniente da un mondo remotissimo nello spazio e sconosciuto, una “goccia” gelatinosa assimila gli umani e diventa sempre più grande. È un film di fantascienza degli anni ’50, con le ingenuità e i trucchi maldestri dell’epoca, divenuto famoso in Italia alla fine degli anni ’80 grazie a una trasmissione TV di RAI3, curata da Enrico Ghezzi, Marco Giusti e C. Per la 1ª volta protagonista McQueen (ancora Steven). La canzone del titolo è di Burt Bacharach. Un seguito (Beware! The Blob, 1971) e un remake 30 anni dopo.

Risultati immagini per Dieci in AmoreUn film di George Seaton. Con Clark Gable, Gig Young, Doris Day, Vivian Nathan Titolo originale Teacher’s Pet. Commedia, b/n durata 120′ min. – USA 1958. MYMONETRO Dieci in amore * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Rude e un po’ cinico giornalista di lungo corso entra in attrito con una docente di giornalismo con poca pratica e molti ideali finché tra i due nasce l’amore. Briosa e divertente commedia che è anche (persino troppo) una lezione sul giornalismo e la sua etica. La scoppiettante sceneggiatura di Fay e Michael Kanin ebbe una designazione all’Oscar insieme con il soave G. Young come attore non professionista, ma anche il duetto Gable-Day fa scintille. Continua a leggere

Photobucket Pictures, Images and PhotosUn film di David Butler. Con Eve Arden, Doris Day, Gene Nelson, Gordon McRae Titolo originale Tea for Two. Musicale, Ratings: Kids+13, durata 98′ min. – USA 1950. MYMONETRO Tè per due * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Banchiere vicino alla bancarotta promette alla nipote un finanziamento di 25000 dollari per il suo nuovo spettacolo musicale, se riuscirà per 24 ore a rispondere “no” a tutte le domande che le saranno fatte. Liberamente tratto da una commedia musicale di O. Harbach-F. Mandel-V. Youmans (No, No, Nanette, 1925, già filmata nel 1930 e nel 1940), è uno dei migliori musical di D. Day alla Warner Bros. Un po’ prolisso, però, e non poco lezioso. D. Day conta soprattutto quando canta. Continua a leggere

Locandina Seduzione mortale

Un film di Otto Preminger. Con Robert MitchumMona FreemanJean SimmonsHerbert MarshallBarbara O’Neil Titolo originale Angel FaceDrammaticoRatings: Kids+16, b/n durata 90 min. – USA 1952.

La figlia di un riccone, viziata e legata da morboso affetto al padre, fa innamorare un giovane infermiere strappandolo alla dolce fidanzata. Un giorno il padre e la matrigna della fanciulla muoiono in un incidente e il giovane sospetta che sia stata la ragazza a provocarlo. Difatti è così. E la pestifera ereditiera ci riprova: dopo aver ammazzato anche il suo innamorato, si suicida.


Continua a leggere