Locandina Mad City - Assalto alla notizia

Un film di Costa-Gavras. Con Dustin HoffmanAlan AldaMia KirshnerJohn TravoltaBill Nunn. continua» Titolo originale Mad CityDrammaticoRatings: Kids+13, durata 115 min. – USA 1997MYMONETRO Mad City – Assalto alla notizia ***-- valutazione media: 3,42 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Max Brackett (Hoffman), giornalista televisivo bravo e spregiudicato, relegato in provincia e in perenne attesa dello scoop che lo riporterà in auge, si trova in un museo proprio mentre Sam (Travolta), un guardiano licenziato, si barrica dentro con una scolaresca. Ha un fucile e della dinamite, rivuole il suo posto di lavoro. Sam non è un criminale, né un violento, è solo alterato e sprovveduto, e abusa di pillole di caffeina. Incidentalmente gli parte un colpo e ferisce un’altra guardia (che poi morirà), fuori dal museo. Max prende l’occasione al volo, organizza una diretta, intervista l’uomo, ne fa un personaggio. Pilota l’opinione pubblica, prima favorevole al poveretto poi sfavorevole. Fuori naturalmente c’è il finimondo. FBI, polizia, network. Arriva anche il grande anchor man (Alda) da New York, che stravolge di nuovo tutto. Anche Max alla fine è travolto: il meccanismo è sfuggito anche a lui che lo aveva messo in piedi. E Sam si suicida, non prima di aver detto “la televisione è bella”. Costa Gavras porta i suoi ragionamenti sul ruolo abnorme e terribile dei media. Non esiste la verità: la tv può manipolare come vuole, e la gente le crede. La tesi era straconosciuta, fin dai tempi dell’ Asso nella manica di Wilder, 1951, che aveva lo stesso impianto (là c’era l’uomo imprigionato nel cuore della montagna). Tutto già visto e conosciuto, ma Gavras merita sempre credito.