Regia di Luciano Salce. Un film Da vedere 1963 con Ugo TognazziMara BerniEmmanuelle RivaBarbara SteeleRenato SpezialiLuciano SalceCast completo Genere Commedia – Italia1963durata 110 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di -1 recensione.

Roma. Gianni e Maretta da tre anni conducono una relazione che li vede incontrarsi spesso senza però convivere. Quando decidono di fare il grande passo del matrimonio le cose cambiano. L’amore si trasforma in abitudine e la quotidianità della vita coniugale non procura emozioni. Le tentazioni del ‘fuori casa’ per lui restano forti mentre lei vorrebbe avere un figlio. Come conciliare le reciproche esigenze?
Luciano Salce , acuto osservatore e feroce critico della società italiana realizza quello che è uno dei suoi migliori film (in cui fa anche una fugace apparizione) avendo a disposizione una Emmanuelle Riva ormai consacrata musa del cinema d’autore (ResnaisPontecorvoPietrangeliMelville) e un Tognazzi in assoluta ascesa. 
È con loro due al centro della vicenda che elabora la sua amara lettura della vita di coppia. Gianni e Maretta non sono in grado di resistere alla ruvida lima della vita di ogni giorno dalla quale emergono imperfezioni e difetti dell’uno e dell’altra che prima potevano essere rispediti ai reciproci domicili senza curarsene troppo. Intorno a loro si agita una società che si illude di essere felice passando da una festa all’altra oppure simulando amicizie che non sono altro che rapporti superficiali in cui si indossa la maschera dell’ipocrisia per conservare comunque un ruolo.
Salce va però oltre alla vita di coppia e lancia le sue frecce avvelenate contro una Rai già inquinata e guarda, con rispetto ma anche con un tocco di satira, al cinema del Maestro Fellini al quale ‘ruba’, per un ruolo recitato tutto sopra le righe, la Gloria (Barbara Steele) di 8 e ½.Le Ore dell Amore_s.jpg