Archive for Giugno, 2018


Risultati immagini per casa howard miniserieUn libro meraviglioso, un film da Oscar come riferimento, la sceneggiatura di Kenneth Lonergan altro premio Oscar (per Manchester by The Sea) e un cast da applausi: tutto questo è la miniserie – della BBC – Casa Howard. Ispirata al celebre e omonimo romanzo di E. M Forster si articola in quattro puntate.

Spesso considerato il capolavoro di E.M. Forster, Casa Howard è la storia di due sorelle indipendenti e non convenzionali – e degli uomini della loro vita – alla ricerca dell’amore e di un significato più profondo, mentre navigano in un mondo in continua evoluzione. Un intrigante fraintendimento, una visita a sorpresa e un ombrello rubato metteranno in moto una serie di eventi che intrecceranno inaspettatamente le vite degli Schlegels, dei Wilcox e dei Basts. View full article »

Risultati immagini per Le Inchieste del Commissario Maigret

Le inchieste del commissario Maigret è una serie di sedici sceneggiati divisi in quattro stagioni, per un totale di trentasei puntate, andata in onda sulla RAI dal 1964 al 1972 per la regia di Mario Landi, con Gino Cervi nel ruolo di Maigret.Fotografati in bianco e nero, gli sceneggiati ebbero molto successo: l’ultima serie riuscì ad incollare davanti alla televisione diciotto milioni e mezzo di telespettatori[1].

Per le prime due serie, andate in onda fra il 1964 e il 1966, gran parte delle sequenze, persino per alcune ambientazioni da esterno, erano girate in interni, nei teatri di posa e studi televisivi della RAI. Solo poche sequenze, fra le quali quelle delle sigle iniziali, venivano filmate a Parigi in esterno, per assicurare qualche momento di maggiore autenticità alla ambientazione. Negli anni successivi, per la terza e quarta serie, andate in onda fra il 1968 e il 1972, potendo contare su una tecnologia televisiva più evoluta, poté essere inserito un maggior numero di sequenze girate in esterni[2]

Dello stesso regista e sempre con Gino Cervi nel ruolo di Maigret, il film italofrancese del 1967 Maigret a Pigalle: le atmosfere e le ambientazioni sono le stesse della serie televisiva, ma il film è a colori e cambia parte del cast.

Per una singolare coincidenza, nello stesso anno 1972 in cui viene mandato in onda l’ultimo episodio della serie tv, che è proprio quello nel quale Maigret va in pensione, si assiste anche al ritiro dalle scene di Gino Cervi come attore e di Georges Simenon come autore del celebre commissario, dato che in quello stesso anno pubblica il suo ultimo romanzo con Maigret protagonista (Maigret e il signor Charles). View full article »

Risultati immagini per sodoma e gomorra filmUn film di Robert AldrichSergio Leone. Con Stewart GrangerAnna Maria PierangeliRossana PodestàStanley BakerEnzo FiermonteAvventuradurata 154 min. – Italia 1962MYMONETRO Sodoma e Gomorra * * 1/2 - - valutazione media: 2,50 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Lot, parente di Abramo, si reca nelle corrotte città orientali: rischierebbe una brutta fine se Dio non l’aiutasse. La storia biblica è stravolta e, data la censura dell’epoca, gli abitanti di Sodoma non sono molto sodomiti. View full article »

Risultati immagini per Mio Figlio NeroneUn film di Steno. Con Brigitte BardotVittorio De SicaAlberto SordiGloria SwansonFurlanetto.  Comicodurata 90 min. – Italia 1956MYMONETRO Mio figlio Nerone * * * - - valutazione media: 3,20 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nerone tenta in ogni modo di far uccidere la madre Agrippina, unica persona che riesca a tenergli testa complicandogli la vita con continue sollecitudini alla guerra. Anche Seneca e Poppea si danno da fare per eliminare la vecchia imperatrice, che però sembra avere cento vite. Alla fine Nerone ce la fa, e insieme alla madre fa uccidere tutti quelli che lo hanno aiutato e che gli sono venuti a noia, moglie compresa. View full article »

Risultati immagini per Due Rrringos nel TexasUn film di Marino Girolami. Con Franco FranchiCiccio IngrassiaGloria PaulSilvio Bagolini.  Comicodurata 94 min. – Italia 1967MYMONETRO Due Rrringos nel Texas * * - - - valutazione media: 2,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Franco e Ciccio sono questa volta alle prese con una nuova avventura tra nordisti e sudisti. View full article »

Photobucket Pictures, Images and PhotosUn film di Paul Wegener, Carl Boese, Henrik Galeen. Con Paul Wegener, Albert Steinruck, Lyda Salmonova, Carl Ebert, Jacob Tiedtke. Titolo originale Der Golem, wie er in die Welt kam. Fantastico, durata 85′ min. – Germania 1920. MYMONETRO Il Golem – Come venne al mondo * * * - - valutazione media: 3,25 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Nella Praga del Cinquecento, sotto il regno di Rodolfo II d’Asburgo, il rabbino Löw costruisce con l’argilla un potente automa, dandogli la vita _ ma non la parola _ con una formula magica. La creatura, però, si ribella al creatore. La storia è ispirata ad antiche leggende giudeo-cabalistiche che simboleggiano la creazione dell’uomo che vuole imitare Dio, creando un essere a propria immagine. Più volte rielaborate da scrittori dell’Europa centrale, furono messe a punto dal viennese Gustav Meyrink in un famoso romanzo (1915) fantastico. Sceneggiato dal regista _ che v’interpreta il ruolo del Golem _ con Henrik Galeen, rimane il miglior film sull’argomento per un concorso di fattori espressivi e tecnici: le originali scenografie di Hans Pölzig, la fotografia di Karl Freund, la potenza dinamica delle scene di massa, l’efficacia dei trucchi, la forza suggestiva del Golem stesso che influenzò non poco James Whale nel suo Frankenstein del 1931. Lo stesso Wegener aveva messo a punto storia e personaggio nei precedenti Der Golem, und wie er auf die Welt kam (1915) e Der Golem und die Tänzerin (1917). L’argomento fu ripreso nel 1935 da J. Duvivier in Le Golem e nel 1952 dal cecoslovacco Martin Fric in L’imperatore della città d’oro View full article »

immUn film di Kristian Levring. Con Janet McTeer, Olympia Dukakis, Brenda Fricker Titolo originale The Intended. Drammatico, durata 104′ min. – Danimarca, Gran Bretagna 2002.

Malesia, 1924. Arrivato con la fidanzata Sarah per costruire una strada, l’ingegnere Hamish è ospitato in casa di una famiglia britannica di trafficanti d’avorio, governata da Mrs Jones, energica matrona con un figlio strambo. L’arrivo della giovane coppia mette in crisi il precario equilibrio della piccola comunità, aggravato dalla morte violenta di Mrs Jones. Scritto, con l’aizzosa J. McTeer, dal regista, già seguace del Dogma di Von Trier e C., è un melodramma che echeggia le atmosfere morbose del teatro di Tennessee Williams nei modi di un manierismo confuso senza costrutto. V.M. 14. View full article »

locandinaUn film di James Mangold. Con Joaquin Phoenix, Reese Witherspoon, Ginnifer Goodwin, Robert Patrick, Shelby Lynne, Dan John Miller. Titolo originale Walk the Line. Biografico, durata 136 min. – USA 2005. uscita venerdì 17 febbraio 2006. MYMONETRO Quando l’amore brucia l’anima * * * 1/2 - valutazione media: 3,55 su 61 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Costante come un treno, tagliente come un rasoio, Johnny Cash non ha mai rinunciato a cavalcare il proprio destino, a costo di esserne disarcionato. Questo ritratto biografico ripercorre la vita del mito, dall’infanzia nel countryside al servizio militare, dagli esordi, quando il rock’n’roll era una questione di scintille, al concerto del ’68 nella prigione di Folsom. Quando l’onda del successo è impetuosa e il talento rischia di seppellire l’uomo, l’amore per June Carter può essere insieme dannazione e salvezza. Dai campi di cotone dell’Arkansas a idolo delle folle d’america, la parabola del “man in black” per eccellenza è un vortice di successi ed eccessi degno di una leggenda.
Tratto dall’autobiografia dello stesso Cash e dal libro “Man in Black”, Walk the Line riga dritto, consistente e godibile: un coinvolgente viaggio alle radici del rock che racconta l’uomo, ascesa agli inferi e ritorno, verso il raggiungimento di una dimensione consapevole. Una Whiterspoon perfetta affianca un Joacquin Phoenix, se non da Oscar, all’altezza del Dennis Quaid di Great Balls of Fire, gloriosa biopic di Jerry Lee Lewis della quale ci si sorprende a respirare nuovamente l’essenza. Il country non è mai stato così eccitante. View full article »

locandinaUn film di Marc Lawrence [2]. Con Drew Barrymore, Hugh Grant, Brad Garrett, Kristen Johnston, Campbell Scott. Titolo originale Music And Lyrics. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 96 min. – USA 2007. – Warner Bros Italia uscita venerdì 23 febbraio 2007. MYMONETRO Scrivimi una canzone * * * - - valutazione media: 3,18 su 120 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Ad Alex Fletcher, una popstar degli anni ’80 ormai in declino, viene proposta un’occasione irrinunciabile: scrivere una canzone per Cora Corman, l’idolo del momento, e cantarla insieme a lei. Il sogno di un ritorno dignitoso sulle scene – dopo anni di esibizioni in alberghi e luna park di fronte a un pubblico di donne tutte grida e nostalgia – si smaterializza quando viene a sapere che il tempo a disposizione è risicato. Alex non è mai stato bravo con le parole e non scrive un brano da quindici anni. Proprio quando pensa di non potercela fare scopre che Sophie Fisher – una bizzarra annaffiatrice-supplente che gli entra in casa come un tornado – ha un dono particolare per le rime e la convince ad aiutarlo. Gli sforzi dei due daranno vita alla canzone “Way Back Into Love”, che li guiderà sulla strada dell’amore.
La commedia romantica di Marc Lawrence gioca con l’estetica degli anni ’80 e ridicolizza con affetto usi e costumi di un’epoca fortunata – grazie all’interpretazione spassosissima di Hugh Grant – per raccontare la storia di Alex (Grant) e Sophie (Drew Barrymore). L’alchimia tra i due attori è evidente; lo spirito e il fascino dell’uno si mescola al peculiare senso dell’umorismo dell’altra al punto che se fossero due elementi musicali sarebbero melodia e testo (come d’altronde sottolinea il titolo originale, Music and Lyrics). La melodia, come spiega la dolce paroliera, è l’attrazione che provi per una persona quando la incontri per la prima volta, il testo subentra quando la conosci meglio. Il videoclip iniziale dei Pop! – la band che diede il successo ad Alex – chiarisce subito l’intento del regista, che è quello di far divertire seguendo il classico schema della commedia a lieto fine. Intorno alle problematiche dei protagonisti principali – lui è una “meteora felice” che vive nel ricordo del passato, lei è stata derubata dell’identità divenendo suo malgrado protagonista del libro di successo di un suo ex – si muovono personaggi secondari che condiscono il film con ulteriore ilarità. C’è la sorella di Sophie, grande fan dei Pop!, c’è il manager di Alex e ovviamente c’è Cora Corman, la cantante sexy della generazione “bubblegum” che espone la sua spiritualità in balletti orgasmici. Il concerto finale ricicla la produzione del live di Linda Moon in Be Cool, che per certi versi – tolte le vesti da “thriller” – potrebbe essere un lontano parente di Scrivimi una canzone. View full article »

Risultati immagini per Mademoiselle PigalleUn film di Michel Boisrond. Con Brigitte Bardot, Françoise Fabian, Jean Bretonnière Titolo originale Cette sacrée gamine. Commedia, Ratings: Kids+16, b/n durata 83 min. – Francia 1955. MYMONETRO Mademoiselle Pigalle * * * - - valutazione media: 3,00 su 1 recensione.

Paul, padre integerrimo di Brigitte, possiede un tabarin preso di mira dalla polizia che lo sospetta sede di falsari. Deciso a sparire per qualche tempo, Paul incarica il cantante Jean di andare a prendere la figlia in collegio; per i due giovani è il colpo di fulmine. View full article »

Un film di Enzo Girolami Castellari. Con Caterina Boratto, Leonora Fani, Vincent Gardenia, Wolfango Soldati Drammatico, durata 92 min. – Italia, Spagna 1979. MYMONETRO Sensitività * * - - - valutazione media: 2,00 su 1 recensione.

Lilian e Lilith sono sorellastre, ma lo scoprono soltanto dopo che le minacce della seconda e la curiosità della prima sulle proprie origini hanno causato morti a non finire.  View full article »

una-cotta-importante-la-locandina-del-film-267275Un film di Jerry Schatzberg. Con Demi Moore, George Wendt, Jon Cryer, Tate Donovan Titolo originale No Small Affair. Commedia, durata 102′ min. – USA 1984. MYMONETRO Una cotta importante * * - - - valutazione media: 2,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Sedicenne casto, appassionato fotografo dilettante, s’innamora di una cantante rock disoccupata di dieci anni più vecchia di lui e fa di tutto per fare breccia nel muro della sua indifferenza. Stilisticamente è un film degli anni ’60 in ritardo, ma la grazia e la vivacità della commedia romantica non ne risentono. È la storia di un’educazione sentimentale raccontata con garbo, brio, scatto. View full article »

Risultati immagini per Il misterioso Caso Peter ProudUn film di J. Lee Thompson. Con Michael SarrazinMargot KidderJennifer O’NeillCornelia Sharpe Titolo originale The Reincarnation of Peter ProudGiallodurata 104 min. – USA1975MYMONETRO Il misterioso caso Peter Proud * * 1/2 - - valutazione media: 2,63 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Il professor Peter Proud è angosciato da un sogno ricorrente in cui viene ucciso a colpi di remo da una donna in un lago. Scopre di essere la reincarnazione del soldato Curtis Jeffrey, che aveva sposato Marta, e di essere stato ucciso da Marta nel 1946. Si mette in contatto con la donna, ma viene ancora ammazzato da lei. View full article »

Risultati immagini per Storia di una Monaca di ClausuraUn film di Domenico Paolella. Con Tino CarraroUmberto OrsiniCatherine SpaakEleonora Giorgi.  Drammaticodurata 76 min. – Italia 1973MYMONETRO Storia di una monaca di clausura * * - - - valutazione media: 2,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Carmela è costretta a farsi suora dal padre nobile e dispotico ma continua i suoi convegni amorosi con Giuliano. Il bambino, frutto della relazione, costa la vita al padre e grossi guai alla madre che all’ultimo momento si converte davvero e inizia la sua opera di carità. View full article »

Risultati immagini per spasmo filmUn film di Umberto Lenzi. Con Robert HoffmannSuzy KendallIvan RassimovFranco SilvaGuido Alberti.  Drammaticodurata 94 min. – Italia 1974MYMONETRO Spasmo* * - - - valutazione media: 2,33 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

L’imprenditore Bauman, dopo aver seguito una ragazza misteriosa trovata svenuta sulla spiaggia, viene assalito da un sicario ma riesce ad ucciderlo. Solo che il cadavere scompare misteriosamente. Bauman si reca allora in una villa dove scampa a una nuova aggressione. Si convince che il fratello voglia ucciderlo.

Risultati immagini per impromptu chopin amore mioUn film di James Lapine. Con Mandy PatinkinJulian SandsHugh GrantJudy Davis.  Titolo originale ImpromptuStoricodurata 107 min. – Gran Bretagna 1990.MYMONETRO Chopin amore mio * * 1/2 - - valutazione media: 2,58 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

George Sand e Fryderyk Chopin a confronto, in un film il cui titolo originale depone a favore dello stile scelto dal regista per raccontarci di questo grande amore. L’impromptu è infatti una libera improvvisazione a partire da un motivo iniziale. In questo film, in cui transitano Liszt, Delacroix, De Musset, le variazioni sono continue tra uno Chopin timido e impacciato e una Sand che con piglio vitale tiene a distanza i suoi ex amanti e riesce a raggiungere l’obiettivo desiderato. Il regista proviene dal teatro ma è a suo agio anche con la macchina da presa. View full article »

Risultati immagini per Da morireUn film di Gus Van Sant. Con Matt DillonNicole KidmanIlleana DouglasJoaquin PhoenixCasey Affleck.  Titolo originale To Die forCommediaRatings: Kids+16, durata 110 min. – USA 1995MYMONETRO Da morire * * * - - valutazione media: 3,36 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Suzanne Stone è una bionda e bella ragazza di Little Hope con un sogno nel cassetto: sfondare in televisione. Sposatasi all’adorante Larry Maretto, figlio di un ristoratore italo-americano in odore di mafia, si risolve a farlo fuori nel momento in cui l’uomo avanza la richiesta di un figlio e di una vita borghese e provinciale, inconcepibile ostacolo sulla strada di Suzanne per il successo. Sfruttando il suo potere di seduzione su tre adolescenti complessati, la Barbie killer mette a segno il suo colpo, ma non tutto va secondo i piani.
Tratto da un romanzo di Joyce Maynard e sceneggiato da Buck Henry, il primo lavoro di Gus Van Sant su commissione di una major non rinuncia a riflettere sulla forma, all’interno di un contesto narrativo sardonico ma non troppo originale.
Inaugurato da una straordinaria sequenza di titoli di testa, il racconto si costruisce come una serie di interviste ai congiunti di Suzanne, ripresi nei luoghi del lavoro e durante un talk show, alle quali si aggiunge un’autointervista della stessa signora Maretto, estremo e folle tentativo di ottenere l’ultima parola.  View full article »

Risultati immagini per Il Bacio di Mary PickfordUn film di Sergei Komarov. Con Igor Ilinsky, Anel Sudakevich, Mary Pickford, Douglas Fairbanks, Vera Malinovskaya, Nikolai Rogozhin, M. Rosenstein, Abram Room, M. Rosenberg, N. Sisova, Y. Lenz, A. Glinsky Muto, durata 68′ min. – URSS 1926.

Nel 1926, un mese dopo la prima di Sparrows (Passerotti), Mary Pickford e Douglas Fairbanks partirono per una vacanza europea e il 20 di luglio arrivarono a Mosca. A Yartsevo, a 330 verste di distanza dalla loro destinazione, il treno si fermò per consentire una conferenza stampa. Dal momento del loro arrivo, furono costantemente assediati da grandi folle adoranti. Le illazioni secondo cui c’era stato un fallimentare tentativo ufficiale di imporre il silenzio stampa sulla visita paiono destituite di fondamento. In realtà, sulla scia della nuova politica economica dell’URSS, in quel periodo il turismo veniva attivamente incoraggiato. Doug e Mary si rivelarono i turisti occidentali ideali, e come tali furono pubblicizzati. I due firmarono un autografo che diceva: “Siamo incantati dalla cordiale accoglienza che ci è stata riservata e affascinati dall’entusiasmo dei Russi – davvero un grande popolo.” Si dichiararono entusiasti del recente meraviglioso film sovietico Bronenosec Potëmkin (La corazzata Potëmkin), ed espressero agli intervistatori tutta la loro ammirazione per Lenin, aggiungendo anche che il loro più grande desiderio era quello di incontrare Trotsky. Naturalmente furono invitati a visitare gli stabilimenti cinematografici Mezhrabpom-Rus. In quel periodo, quasi certamente, vi si stava ancora girando Miss Mend, cosa che spiegherebbe la presenza nello studio di Sergei Komarov e di Igor Ilinsky, entrambi interpreti di primo piano del film di Ozep (completato e distribuito in tre parti nell’ottobre del 1926). Komarov e Ilinsky colsero al volo l’occasione offerta dalla solenne visita delle due star americane. Leggenda vuole che Komarov si sia fatto passare per il cameraman di un cinegiornale, il che può anche darsi, pur se, in ogni caso, non sarebbe stato affatto difficile organizzare le riprese del cruciale evento del bacio concesso a Ilinsky da Mary Pickford. Igor Ilinsky, (1901-1987) aveva raggiunto in poco tempo le vette della popolarità col personaggio di Petya Petelkin, il vincitore della lotteria protagonista della commedia Zakroishchik iz Torzhka (Il sarto di Torzok, 1925) di Yakov Protazanov, e probabilmente sarebbe stato comunque presentato, come giovane astro in ascesa, a Mary Pickford, pertanto non era sicuramente difficile organizzare un bacio e una ripresa dello stesso da usare a fini pubblicitari. View full article »

Un film di Otto Preminger. Con Dorothy Dandridge, Harry Belafonte, Bernie Hamilton Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 105′ min. – USA 1954. MYMONETRO Carmen Jones * * * - - valutazione media: 3,00 su 4 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Durante la guerra in una fabbrica nel sud degli Stati Uniti l’operaia Carmen Jones s’innamora di un caporale dell’esercito e lo porta alla rovina. Basato sull’adattamento dell’opera di Georges Bizet, fatta da Oscar Hammerstein II nel 1943 a Broadway, questo scattante all black musical si mantiene fedele allo spirito del racconto originario di Prosper Merimée, nonostante l’attualizzazione della vicenda e la negritudine dei personaggi. Chiamato in sostituzione di Rouben Mamoulian, O. Preminger riesce solo in parte a dare uno stile unitario alla materia. D. Dandridge ebbe una meritata nomination all’Oscar. Esordio di Saul Bass (1920) come autore dei titoli di testa, inizio di una collaborazione con Preminger che durò 25 anni. Sceneggiato da H. Kleiner. Fotografia (Cinemascope): Sam Leavitt. Canzoni: O. Hammerstein II, Marilyn Horne canta per D. Dandridge, LeVern Hutcherson per H. Belafonte, Marvin Hayes per J. Adams.AUTORE LETTERARIO: Prosper Merimée View full article »

Risultati immagini per Alive - I SopravvissutiUn film di Frank Marshall. Con Ethan Hawke, Vincent Spano, Josh Hamilton, Bruce Ramsay, Josh Lucas Titolo originale Alive. Drammatico, durata 125′ min. – USA 1993. MYMONETRO Alive – I sopravvissuti * * * - - valutazione media: 3,06 su 17 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

13 ottobre 1973: un aereo si schianta su un ghiacciaio delle Ande. Dei 27 superstiti, 16 riescono a sopravvivere fino al 23 dicembre quando arrivano i soccorsi. Come? Nutrendosi con la carne dei morti. Anticipato da I sopravvissuti delle Ande (1976) del messicano R. Cardona e ispirato al libro Tabù di P.P. Read, è apprezzabile per lo scrupolo cronistico, la rinuncia al sensazionalismo, la coralità del racconto, l’efficacia spettacolare dello schianto, ma tempi e personaggi sono poco approfonditi, qua e là si scivola nella retorica e si nomina troppo spesso il nome di Dio invano. J. Malkovich, non accreditato, appare brevemente all’inizio e alla fine come narratore. View full article »