Un film di Henri-Georges Clouzot. Con Peter Van Eyck, Folco Lulli, Charles Vanel, Yves Montand, Vera Clouzot Titolo originale Le salaire de la peur. Drammatico, b/n durata 156′ min. – Italia, Francia 1953. MYMONETRO Vite vendute * * * * - valutazione media: 4,25 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

A Las Piedras, cittadina dell’America Centrale, quattro avventurieri _ due francesi, un italiano e uno scandinavo _ accettano di trasportare su due autocarri 900 chili di nitroglicerina a 600 km di distanza, necessari per spegnere un pozzo petrolifero in fiamme. È, dopo Il corvo (1943), il film più personale di Clouzot “che si paga il lusso di un’introduzione smisurata (un’ora intera prima della partenza degli autocarri), affresco di un inferno immobile, preludio all’inferno in movimento del viaggio stesso” (J. Lourcelles). Suspense infallibile, sostenuta da una cura maniacale del particolare; un quartetto di personaggi sbalzati con icastico rilievo; un dramma del fallimento, venato di senso dell’assurdo e di un sottofondo segreto di umorismo nero; splendida fotografia di A. Thirard. Musica: G. Auric. Girato in Camargue, vicino a Nîmes, con riprese interrotte per mesi dal maltempo e incidenti vari. Gran Premio a Cannes e menzione speciale per Vanel. Da un romanzo di Georges Arnaud. Rifatto a Hollywood con Il salario della paura (1977)Vite Vendute - Il Salario Della Paura - Vers Orig Restaurata_s.jpg